Teatrika chiude superando i 3500 spettatori, il Berretto a sonagli fa man bassa di premi

CASTELNUOVO MAGRA- Si è conclusa sabato 6 luglio la dodicesima edizione del Festival a Concorso Nazionale Teatrika, a Castelnuovo Magra, dopo otto sere di spettacoli, la Compagnia degli Evasi, ha messo in scena fuori concorso lo spettacolo “Senza Hitler” di Edoardo Erba, seguito dalla premiazione ufficiale durante la quale gli ‘Evasi’ organizzatori della maratona teatrale, hanno ringraziato il Comune di Castelnuovo Magra per aver reso possibile l’XII edizione, e comunicato che il festival quest’anno ha registrato 3514 spettatori presenti, con una media di circa 439 spettatori a serata, superando ogni record, dati invidiabili e rari, anche a livello nazionale, nel contesto teatrale amatoriale.  Un risultato che denota l’interesse del pubblico verso il teatro anche se non professionistico, ma soprattutto sottolinea il fattivo interesse degli spettatori stessi nell’essere coinvolti e diventare quindi, loro malgrado, protagonisti  nella cultura in generale. La giuria ufficiale ha ringraziato tutte le compagnie che hanno partecipato a questa undicesima edizione del Festival Teatrale Nazionale. Nell’arena teatro dell’area verde del centro sociale di Molicciara si sono succedute in concorso cinque compagnie, che hanno riscosso negli anni premi e riconoscimenti su tutto il territorio nazionale. Fra la solita mescolanza di generi proposta dalla direzione artistica, spicca l’alta qualità delle rappresentazioni e il notevole livello delle interpretazioni che hanno caratterizzato tutte le opere proposte, rendendo il concorso un momento di elevata espressione artistica, capace di rendere unico ed imprescindibile questo appuntamento dell’estate castelnovese. I componenti della Giuria Ufficiale, Sabrina Battaglini – Presidente di Giuria e attrice della Compagnia degli evasi, Katia Cecchinelli – Assessore alla Cultura del  Comune di Castelnuovo Magra, Francesca Valeria Sommovigo – Organizzatrice eventi culturali, Alina Lombardo – Giornalista freelance, direttrice artistica Raduno Nazionale Scuole di Circo, Marco BartoliniEnrico Casale, regista e ricercatore teatrale, hanno assegnato i seguenti premi

Premio al miglior allestimento scenografico

Per l’essenzialità e l’eleganza degli elementi scenici che si rifanno alla ricerca scenografica del novecento riportandoci alla mente gli allestimenti spogli ma funzionali che si utilizzavano per rimettere in vita i grandi classici. Per l’originalità della sovrapposizione della scenografia e del personaggio in una iconografia legata ad un archetipo sacro. Per la cura nella scelta dei costumi e degli oggetti in scena la giuria di Teatrika assegna il premio come miglior allestimento scenografico a Rosanna Monti e Andrea Avesani per lo spettacolo “Il berretto a sonagli “ della compagnia La Cattiva Compagnia di Lucca.

Premio al miglior attore

Per la maestosa presenza scenica, l’eleganza e l’intensità dell’interpretazione, per la misurata compostezza in cui viene calato il personaggio e la perfetta aderenza all’epoca in cui è ambientato il testo. Per la gestualità bilanciata che espande la presenza sul palco catalizzando l’attenzione e l’incisività vocale che dà corpo  al ruolo la giuria di Teatrika assegna il premio come miglior attrice a Cristiana Traversa nel ruolo di “Fana” ne “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello della compagnia La Cattiva Compagnia d Lucca.

Premio alla miglior regia

Per la valorizzazione del ritmo musicale contenuta nella drammaturgia e la sapiente conduzione nell’utilizzo degli attori come un direttore d’orchestra. Per i tempi comici e i ritmi forsennati della partitura scenica che si sposano perfettamente con gli spazi gestiti in una continua sarabanda che non fanno intravedere allo spettatore il meccanismo teatrale ma lo lasciano godere del fluire dello spettacolo la giuria di Teatrika assegna il premio come miglior regia a Antonio Caponigro per lo spettacolo “ Uomo e Galantuomo” di Eduardo De Filippo della Compagnia Teatro dei Dioscuri di Campagna (Salerno)

Premio miglior spettacolo. Vincitore ufficiale di Teatrika 2019.

Lo spettacolo accede di diritto, nel prossimo novembre, al Concorso Nazionale “Estate di San Martino” a San Miniato, la città dei teatri.

Per il coraggio nel portare in scena un testo del teatro classico con l’ambizione e la capacità di rappresentarlo in una cornice contemporanea spogliando il testo dal suo immaginario tradizionale e dagli elementi borghesi consegnandolo ad una dimensione al di là delle connotazioni spaziali e temporali. Per l’innovazione e tradizione che sorreggono una rappresentazione intensa e convincente che fornisce allo spettatore una lettura emozionale che culmina nell’epilogo di grande impatto la giuria di Teatrika assegna il premio come miglior spettacolo, vincitore ufficiale della dodicesima edizione di Teatrika,  a “ Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello della compagnia La Cattiva Compagnia d Lucca.

Menzione speciale

Per l’energia e la potenza comunicativa del gruppo e la meravigliosa concordanza tra tutti gli attori.  Per la fluidità dei tempi e la capacità di trasmettere in modo corale un messaggio di grande attualità la giuria di Teatrika ha deciso di assegnare una menzione speciale alla compagnia Teatro Finestra di Aprilia (Latina) per lo spettacolo “Mare Nostro, Restiamo Umani “

Premio gradimento del pubblico al miglior spettacolo con una media punti di 9,15 vince il premio “miglior spettacolo gradimento del pubblico” Mare nostro messo in scena dalla  Compagnia Teatro Finestra , di Aprilia

2° classificato, 8,92 – Uomo e galantuomo

3° classificato, 8,87 – Berretto a sonagli

4° classificato, 8,60 – Nient’altro che la verità

5° classificato, 8,47 – Xanax

Advertisements