Moni Ovadia a Sarzana con “Senza confini- Ebrei e Zingari” alla Fondazione Devlata.

SARZANA – Torna a Sarzana, promosso e ospitato presso la Fondazione Devlata (in collaborazione con Corvino Produzioni) a ingresso gratuito (SOLO con prenotazione su info@fondazionedevlata.eu), il grande attore, scrittore, drammaturgo Moni Ovadia, con lo spettacolo più che mai attuale dal titolo “Senza confini- ebrei e zingari”.

 
Lo spettacolo, che si terrà giovedì 27 giugno alle ore 20.30 (si consiglia di arrivare entro e non oltre le ore 20.15), vede la regia del grande Ovadia, accompagnato in scena dalla Moni Ovadia Stage Orchestra, composta da Paolo Rocca al clarinetto, Albert Florian Mihai alla fisarmonica, Marian Serban al cymbalon, Petre Nicolae al contrabbasso.
La Fondazione Devlata trova importante offrire al pubblico e alla cittadinanza uno spettacolo così importante e intenso.
SENZA CONFINI- EBREI E ZINGARI” E’ UN RECITAL DI CANTI, MUSICHE, STORIE ROM, SINTI ED EBRAICHE CHE METTONO IN RISONANZA LA COMUNE VOCAZIONE DELLE GENTI IN ESILIO, UNA VOCAZIONE CHE PROVIENE DA TEMPI REMOTI E CHE IN TEMPI PIU’ VICINO A NOI SI FA SOLITARIA, SI CARICA DI UN’ASSENZA CHE SOLLECITA UN RITORNO, UN’ADESIONE, UNA PASSIONE, UNA RESPONSABILITA’ URGENTI, IMPROCRASTINABILI. “SENZA CONFINI” E’ LA NOSTRA ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA’, LA SUA FORMA SI ISCRIVE NELLA MUSICA E NEL TEATRO CIVILE, ARTI RAPPRESENTATIVE E COMUNICATIVE CHE POSSONO E DEVONO SCARDINARE CONFORMISMI, MESCHINE RAGIONEVOLEZZE E CONVENIENZE NATE DALLA LOGICA DEL PRIVILEGIO PER PROCLAMARE LA NON NEGOZIABILITA’ DELLA LIBERTA’ E DELLA DIGNITA’ DI OGNI SINGOLO ESSERE UMANO E DI OGNI GENTE.
Moni Ovadia
Advertisements