‘Sentinelle del mare’, ieri a Monterosso un incontro per fare il punto sul progetto

MONTEROSSO- Seconda edizione del progetto “Sentinelle del mare”. Il progetto di ricerca scientifica promosso dall’Università di Bologna, che vede partner la Confcommercio, raggiunge nuovamente le nostre coste per monitorare lo stato della biodiversità del nostro mare.

“Sentinelle del mare” è un progetto internazionale di ‘Citizen Science’ (scienza fatta dai cittadini) che dal 1999 ha come obiettivo quello di monitorare e tutelare le specie animali e vegetali del Mediterraneo con il coinvolgimento di tutti gli amanti del mare: dai semplici bagnanti ai professionisti subacquei e snorkelisti. Affiancati da un biologo, le persone potranno infatti, al ritorno dalla propria immersione, compilare una semplice scheda sulla quale indicare, con l’aiuto di immagini, la presenza e abbondanza delle specie marine incontrate nei fondali e contribuire così a comprendere lo stato della biodiversità marina.

I vari focus hanno riguardato non solo le coste del Mediterraneo ma anche l’Oceano Altantico e Indiano. Lo scorso anno è stato raggiunto un importante obiettivo. Ovvero sono stati inseriti nello studio anche i dati raccolti nelle Cinque Terre, in modo particolare a Monterosso, ma anche a Lerici e a Cadimare.

Ieri mattina, a Monterosso, la dottoressa Marta Meschini, coordinatrice del progetto per conto dell’Università di Bologna e il direttore di Confcommercio La Spezia Roberto Martini hanno incontrato il sindaco di Monterosso Emanuele Moggia ai bagni Eden. La dottoressa Meschini rimarrà sul territorio fino al prossimo 28 giugno e coinvolgerà i volontari presenti negli stabilimenti balneari di Monterosso per coinvolgere bambini, bagnanti e turisti a partecipare al progetto di scienza fatta dai cittadini. Ai partecipanti viene infatti consegnata una scheda utilizzata per i rilevamenti che quest’anno è integrata con una sezione di approfondimento sulla presenza di plastiche in mare e sulle spiagge. Vengono quindi illustrati 10 suggerimenti per ridurre la dispersione in mare di questo materiale. Le rilevazioni saranno accompagnate da sessioni dedicate agli operatori del turismo per favorire lo scambio e la diffusione delle buone pratiche. Durante la mattina, il direttore Roberto Martini ha consegnato al primo cittadino Emanuele Moggia il premio ricevuto lo scorso inverno a Roma dalla Confcommercio nazionale, che ha riconosciuto l’impegno territoriale volto alla salvaguardia dell’ambiente attraverso il monitoraggio della biodiversità marina.

Advertisements