Un libro? Perché no. “La biblioteca spiegata agli studenti universitari” di Mauro Guerrini. Recensione a cura di Annalisa Serafini.

È appena uscito in libreria questo piccolo ma interessante volume.
L’autore è un professore di Biblioteconomia e Bibliografia, nato ad Empoli, dove vive, docente presso varie facoltà italiane ed estere da Udine a Pisa a Milano, oggi a Milano.
Svolge anche incarichi esteri presso IFLA (International Federation Library Association) ed altri enti europei, scrivendo linee guida sulla catalogazione libraria e dei DVD.
Alla luce della sua professione, ma soprattutto della sua esperienza ha capito un principio fondamentale: le biblioteche pubbliche in Italia non hanno quella visibilità sociale ed importanza che invece rivestono all’estero.
Orari scomodi di apertura, servizi poco disponibili (come fotocopie oppure accesso ad Internet), servizi di consulenza ed aiuto per studenti, bambini oppure altra mancanza da noi spazi di studio, di lettura, di sosta che siano confortevoli e belli da usare e dove passare il tempo.
Tutto questo peggiora nelle biblioteche universitarie, che diventano uno strumento utilissimo per la ricerca, la preparazione degli esami, ma soprattutto delle tesi di laurea.
L’autore con garbo ed un linguaggio semplice e competente invita gli studenti italiani alla scoperta del patrimonio librario e non solo (pensiamo ai data base di articoli e periodici a cui hanno accesso le università di cui godono i nostri atenei).
Una guida alla portata di mano di tutti, studenti e non: perché le biblioteche universitarie italiane sono un patrimonio spesso non utilizzato, spesso perché non si conosce, spesso perché non si capisce.
Questo libro invita ad esplorare con curiosità e passione il mondo della ricerca, fornendo spiegazioni e consigli a chi deve iniziare per lavoro o per studio nelle mille risorse delle biblioteche dei nostri atenei.
Buona lettura!
Annalisa Serafini
E-mail: annalisaserafini@libero.it

Advertisements