“Legittima difesa e armi in Italia: per quale sicurezza?”: convegno sabato 8 all’Allende.

LA SPEZIA- L’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa (OPAL) di Brescia e l’associazione “Ognivolta” onlus di Viareggio insieme a numerose associazioni spezzine promuovono sabato 8 giugno (ore 17.00-19.30) presso il Centro Allende (viale G. Mazzini, 2) a La Spezia il convegno “Legittima difesa e armi in Italia: per quale sicurezza?”.

Il convegno sarà introdotto e moderato da Filippo Paganini (Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Liguria) e vedrà gli interventi dell’avvocato Maurizio Sergi (Docente a contratto presso la Scuola di specializzazione per le professioni legali della Facoltà di giurisprudenza delle Università di Genova e Pisa) che illustrerà le modifiche in materia di legittima difesa introdotte dalla legge n. 36 del 26 aprile 2019; di Giorgio Beretta (Analista dell’Osservatorio OPAL di Brescia) che tratterà il tema dell’insicurezza e della diffusione delle armi in Italia; di Gabriella Neri (Presidente dell’associazione “Ognivolta” onlus) che presenterà l’impegno a difesa delle vittime di reati con armi legalmente detenute e per migliorare le normative sul rilascio delle licenze per armi; e di Giorgio Pagano (Presidente dell’Associazione culturale Mediterraneo) che affronterà le questioni connesse all’espandersi della “percezione della paura” e alle risposte, anche di tipo culturale e politico, per fronteggiarla.

Un convegno di grande attualità sia in riferimento alle recenti modifiche della legge sulla “legittima difesa”, sia perché pone in evidenza un problema, quello della diffusione legale delle armi, nel contesto dell’insicurezza, reale e percepita, e delle sue implicazioni sulla sicurezza pubblica nel nostro Paese. Un problema che non andrebbe sottovalutato a fronte dell’accrescersi, anche nel nostro Paese, di sentimenti di odio e di rancore, di manifestazioni xenofobe e razziste e della tendenza a legittimare le pulsioni a “farsi giustizia da soli”. In questo contesto è di particolare rilevanza il racconto delle esperienze delle vittime delle armi legalmente detenute: un racconto sobrio e sofferto che non accetta di essere spettacolarizzato, ma che chiede rispetto e considerazione da parte di tutti a cominciare dalle istituzioni preposte alla nostra sicurezza.

Il convegno è promosso, oltre che dall’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa (OPAL) di Brescia e dall’associazione “Ognivolta” onlus di Viareggio, da: Accademia Apuana della Pace, ACLI La Spezia, Associazione L’Alveare, Associazione Culturale Mediterraneo, Associazione di solidarietà al popolo Saharawi, Gruppo “Amici di padre Damarco”, Gruppo di Azione Nonviolenta, Libertà e Giustizia La Spezia, Sinistra Italiana La Spezia, Spezia Bene Comune.

L’Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere e le Politiche di Sicurezza e Difesa (OPAL) di Brescia è un’Associazione di promozione sociale attiva dal 2004, promossa da diverse realtà dell’associazionismo bresciano e nazionale (Collegio Missioni Africane dei Missionari Comboniani, Commissione Giustizia e Pace della Diocesi di Brescia, Associazione per l’Ambasciata della Democrazia Locale di Zavidovici, Camera del Lavoro Territoriale di Brescia “CDLT”, Pax Christi, Centro Saveriano Animazione Missionaria dei Missionari Saveriani, Servizio Volontario Internazionale) e da singoli aderenti, per sostenere la cultura della pace ed offrire alla società civile informazioni di carattere scientifico circa la produzione, il commercio e la diffusione delle “armi leggere” con approfondimenti sull’attività legislativa di settore. Membro della Rete Italiana per il Disarmo, l’Osservatorio, ha promosso a Brescia diversi convegni, rassegne cinematografiche e spettacoli teatrali ed ha pubblicato numerose ricerche e sei annuari di cui l’ultimo dal titolo “Commerci di armi, proposte di pace. Ricerca, attualità e memoria per il controllo degli armamenti”, Editrice GAM, 2014 nel quale sono presenti due ampi studi sulla produzione e esportazione di armi italiane e bresciane. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: www.opalbrescia.org.

L’associazione “Ognivolta” onlus di Viareggio è stata costituita nel luglio del 2012 per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle conseguenze negative della mancanza di adeguati controlli sulla detenzione legale delle armi da fuoco in Italia. Promuove e sostiene iniziative di tipo culturale, educativo, sociale e medico a tutela dei diritti civili delle vittime e dei famigliari delle vittime di armi da fuoco legalmente detenute. Collabora con Enti e Istituzioni locali e nazionali per favorire normative più adeguate riguardo ai controlli sul rilascio delle licenze per armi da fuoco e per cercare di prevenire abusi e negligenze. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: www.ognivoltaonlus.it

Advertisements