Associazioni della Psichiatria Provincia della Spezia, il ringraziamento per l’iniziativa del 30 e 31 maggio

LA SPEZIA- Il Coordinamento delle Associazioni della Psichiatria della Provincia di La Spezia, esprime tutta la gratitudine e soddisfazione per l’esito dell’iniziativa del 30 e 31 maggio 2019 “La salute mentale e l’immaginario collettivo”. Lo stigma del disturbo psichiatrico quale peso ha nel processo di guarigione? I mass media quale tipo di immagine rinforzano? La città collabora alla stesura di un Patto per la Salute Mentale. Organizzata dalle Associazioni in collaborazione con il Dipartimento Salute Mentale dell’ASL5.

Grazie a tutti i partecipanti che hanno retto ritmi incalzanti con attenzione e partecipazione .

Grazie agli operatori ASL/Coop. L1 ed agli Utenti del Centro Riabilitativo Psicosociale Casa dell’Auto Mutuo Aiuto di La Spezia che hanno voluto , sostenuto, gestito con impegno e abnegazione tutto il percorso dell’evento prima durante e dopo .

Grazie ai giornalisti, agli operatori pubblici e privati che con la loro presenza ed il loro aiuto hanno qualificato e valorizzato questi momenti emotivo /formativi.

Grazie alle classi dei giovani OSS e del CIOFS che con la loro presenza e con autentica partecipazione hanno dimostrato interesse ed una attitudine collaborante e massima disponibilità.

Grazie al Conservatorio di La Spezia che ci ha regalato con i suoi artisti momenti unici, intensi ed emozionanti.

Grazie al teatro dell’Ortica di Genova ed al gruppo teatrale Stranità che, nella cornice dell’ospitalità dell’Auditorium dell’Istituto Tecnologico Fossati-Da Passano di La Spezia , con il suo indimenticabile spettacolo Sintomatologia dell’Esistenza , ci ha regalato un’esperienza unica e rara, carica di momenti comici ed emozionanti.

Grazie a tutti i relatori che si sono impegnati a fondo per aiutarci e stimolarci in direzioni fatte di mille sfaccettature, all’interno dell’ospitale Centro Allende messoci a disposizione dal Comune di La Spezia.

Un grazie speciale alla Dr.Maria Alessandra Massei che, con le sue parole,  ha dato speranza per un futuro migliore nella nostra provincia per tutti coloro che convivono con le loro fragilità .

Garantire agli utenti della psichiatria di poter vivere nel loro territorio di riferimento, cosa che  implica il rafforzamento dei Servizi territoriali nonché  la dimissione dalle strutture residenziali a favore del rientro nei propri territori per giungere ad un reale recupero della propria autonomia.

Il tutto in una logica di superamento dell’assistenzialismo a favore dell’apprendimento e della realizzazione lavorativa, perseguendo obiettivi graduali e sostenibili nel tempo.

L’idea di valorizzare la necessità di sostenere e “nutrire”   operatori e volontari affinchè  per tutti noi sia possibile trovare la forza e la motivazione per  nutrire e sostenere  chi ha bisogno di aiuto.

Tutto ciò per noi rappresenta la possibilità reale di costruire un patto con la città che cura che realizzi concretamente il miglioramento della qualità della vita di tutti noi.

Advertisements