Massimo Baldino: “Su Enel Peracchini come Otelma”

LA SPEZIA- ENEL : L’amministrazione deve solo tacere. In alternativa venga a dire ciò che ritiene opportuno, ma in commissione. Una città si governa  prima di tutto relazionando ai cittadini nelle sedi istituzionali, specie quando gli argomenti sono spinosi come quello di Enel. Solo così nel rispetto delle regole e dei ruoli, si può pretendere  una opposizione consapevole. Qui invece assistiamo da mesi da parte della politica a psicodrammi mediatici, con attacchi fatti a mezzo stampa quando ai primari, quando ai preti, quando ai singoli consiglieri.

Tutto, tranne che fare la cosa più semplice. Parlare chiaro, citando fatti, date,magari ricevendo e prendendo in considerazioni delle proposte. Quindi: Da quando Peracchini era a conoscenza della intenzione di ENEL di rimanere. Lo ha appreso dalla stampa, come un normale cittadino? È  credibile questa possibilità?

Se così fosse sarebbe uno spregio a lui, al suo ruolo e di conseguenza a tutta la città? Se invece sapeva prima, perché non si è assunto la responsabilità di fare lui l’annuncio, visto che la sua posizione pare decisamente favorevole alla centrale a gas ?

Forse perché in molti avrebbero collegato l’annuncio al ricordo preciso di quando la città rimase tra l’inebetito e lo schifato dopo che questa maggioranza mise in un proprio ordine del giorno la richiesta fatta col cappello in mano ad ENEL di rimanere, infliggendo un duro colpo a tutti coloro che dopo  55 anni di carbone e disagi speravano veramente di assistere alla bonifica di quell’area volta a una sua diversa destinazione d’uso ?

Forse pensava di fare indignare tutti coloro che l’hanno votato sperando in Spezialand? O forse, sapeva di affossare definitivamente la proposta  industriale volta alla mobilità elettrica del senatore Forcieri che avrebbe garantito, senza  ombra di dubbio occupazione superiore a quella di una centrale a gas? Invece no. A ottobre 2018 si chiede a ENEL di rimanere producendo energia col gas…e guarda un po’…come per miracolo la cosa avviene.

Beh Sindaco : O ci dà  delle spiegazioni o da domani la chiameremo Otelma !   Preparo il turbante.

Massimo Baldino Caratozzolo

(Per la nostra città)

Advertisements