La signora del Pacifico si racconta nella base della Guardia Costiera di Sarzana nell’ambito del progetto Mama

LA SPEZIA- E’ la donna che può vantare il maggior numero di approdi in isole lontane e incontaminate, soprattutto quelle del Pacifico, oceano dove nell’ambiente dei navigatori  è considerata ‘la signora’.

E’ Elisabetta Eordegh, genovese, 64 anni, 80mila miglia di mare in barca a vela, fra cui un giro del mondo. Il 25 maggio prossimo, alle 19, sarà ospite – per raccontarsi attraverso un video e un’intervista condotta da Corrado Ricci – della Guardia Costiera, nel Comando base della prima sezione aerea di Sarzana, nei pressi del Magra, fiume dal quale 31 anni fa prese il largo con la Barca Pulita, una barca a impatto zero che aveva e ha l’obiettivo di andare alla ricerca, negli oceani, di realtà poco conosciute e tradizioni che si vanno perdendo per raccontarle.

La Barca Pulita si è anche fatta associazione per divulgare questi racconti, soprattutto in ambiti scolastici.

Elisabetta, Lizzi per gli amici, torna sul Magra nell’ambito nel ciclo di incontri ‘Donne da mare’ progetto MAMA (Mogli, Amanti, Madri, Artiste) promosso dall’Associazione Kraken, sostenuto dal Comune di Sarzana,  per valorizzare, in ambientazioni non convenzionali, l’universo femminile, anche quello… navigante.  L’iniziativa nella base della Guardia Costiera  è promossa nel mondo nautico dalla Cna e sostenuta da Cantine Lunae di Paolo Bosoni che offrirà il brindisi finale.
Una scelta di vita, quella di Lizzi,  condivisa col marito Carlo Auriemma, per inseguire le comuni passioni per l’esplorazione, in sicurezza,  a tu per tu con le terre di alto mare fuori dalle rotte battute e le persone che le abitano, per scoprire il loro modo di vita e raccontarlo al grande pubblico. Dal 2000 ciò avviene attraverso la realizzazione di documentari che vanno in onda sulla trasmissione Geo di Rai 3: ben 50 quelli realizzati.
Nel corso degli ultimi 15 anni Lizzi e Carlo hanno battuto le isole della regione Sud Occidentale dell’Oceano Pacifico, toccando luoghi dai nomi leggendari, dove raramente altri europei si sono fermati: Isole Phoenix, Fenning Island, Kiribati, Funahafuti, Fulanga,Tana, Heremit Island…
Tra le loro pubblicazioni: “Sotto un grande cielo”, Mursia editore; “Mar d’Africa”, Feltrinelli Traveller; “Per non morire di fame e Partire”, Editrice Incontri Nautici, “In barca a vela intorno al mondo”, Edizioni White Star. Sarà un filmato ad introdurre l’intervista, condotta dal giornalista Corrado Ricci, a Lizzi, nella base della Guardia Costiera,  sulle rotte della conoscenza e valorizzazione del presidio  cardine, nel territorio di Sarzana,  per la salvaguardia della vita umana in mare.
Advertisements