Il baritono spezzino Marco Vratogna licenziato dall’Opera di Vienna per ritardo alle prove

VIENNA – Il baritono spezzino Marco Vratogna è stato rimosso dalle rappresentazioni di Andrea Chénier all’Opera di Vienna per non essere arrivato alle prove. Il cantante, che recentemente ha tentato anche un esordio nel mondo della musica pop, sostiene di essere stato in ritardo solo per la terza prova (17 maggio), giustificando la sua assenza alle prime due a causa di motivi familiari e di maltempo in Italia. Secondo lo Staatsoper, è stato comunque offerto a Vratogna di prendere parte alle ultime due recite di Chénier, ma questi ha rifiutato.

Sarà quindi il baritono George Petean a cantare nel ruolo di  Carlo Gérard al posto di Vratogna il 28 e 31 maggio 2019, esordendo così al prestigioso Staatsoper di Vienna.

George Petean è uno dei baritoni più apprezzati e richiesti a livello internazionale, conosciuto in Italia soprattutto per le sue interpretazioni di Simon Boccanegra a Roma con Riccardo Muti e di Ezio in Attila lo corso 7 dicembre alla Scala di Milano con la direzione di Riccardo Chailly.

 

Advertisements