Spezia, le palle… girano! La maledizione dei playoff casalinghi.

LA SPEZIA- Non lo avremmo mai voluto scrivere, anzi riscrivere: ricordate quel playoff tra Spezia-Avellino del maggio 2015? Ebbene è successo nuovamente che al “Picco” due risultati su tre a favore degli aquilotti per approdare in semifinale, uscisse nuovamente la vittoria ospite. Non tanto demeritata quanto cinica, spietata e quindi complimenti al Cittadella: magari chissà la rivedremo al “Picco” o in serie A il prossimo campionato?

Peccato, peccato davvero perché finalmente vedere il “Picco” con un pubblico degno del gruppo di mister Marino era l’ora. Sentire le note musicali live “sprugoline” di Riccardo Borghetti accompagnate dalle voci di noi tifosi… è stato davvero da “pelle d’oca” eppure non è bastato, ancora una volta.

Gara stregata o se la vogliamo dire un po’ più distaccati, partita che i veneti hanno voluto forse vincere più degli aquilotti: ma anche su questo giudizio non ci metterei neppure le “mani sul fuoco“. E allora perché? E qui ci sarebbe da fare una “lista della spesa“: occasioni gol create e divorate dai nostri ragazzi, formazione forse sbagliata, sostituzioni non azzeccate, qualcuno dei giocatori in fase calante, ecc… ecc..

Ora è tempo già di voltare pagina: il dg Angelozzi ha già rilanciato per la prossima stagione sportiva, quella dell’ottavo anno consecutivo di serie B. Il programma tecnico triennale va avanti, grazie “patron” Volpi. Poi ognuno a mente fredda ne colga le riflessioni del caso. Malgrado la delusione, io ci credo sempre, a prescindere: la nostra squadra, quella della nostra città, a prescindere!

Buone vacanze e alla prossima occasione. Forza Spezia!

Cristiano Sturlese

Advertisements