Spezia-Perugia-1-1 Le palle… girano! Un pareggio raro quanto beffardo.

LA SPEZIA- Finisce in pareggio lo scontro diretto da playoff tra Spezia e Perugia: ovvero il risultato meno frequente che le due formazioni prediligono in questo campionato di serie B. In casa aquilotta c’è rammarico visto che la formazione era in vantaggio e stava gestendo un risultato che sembrava alla portata, mentre in casa umbra mister Nesta è raggiante per aver raggiunto il pareggio dopo un primo tempo, a parer non solo suo, disastroso.

Così per la corsa playoff gli aquilotti dovranno ancora “sudare le 3 partite rimaste“: trasferte a Palermo e Lecce con in mezzo l’ultima del “Picco” quando arriverà il Crotone dell’ex mister Stroppa.

Spezia che ha disputato l’ennesima prestazione positiva, creando tanto e raccogliendo poco. Peccato per le solite sviste arbitrali che non hanno influito sul risultato ma che potevano fare la differenza se il Perugia fosse rimasto in inferiorità numerica per alcuni falli valutati non da ammonizione e neppure sanzionati. Sta di fatto che mister Marino ha raccolto “5 punti di sutura” sulla caviglia di Okereke che però non fanno classifica ma che porteranno il nigeriano a non essere disponibile per gli appuntamenti vicini delle prossime giornate di campionato. Infatti si giocherà già nella giornata di mercoledì 1 maggio a Palermo e vedremo stavolta che cosa accadrà in campo…
In Sicilia mancherà anche capitan Terzi che ha rimediato il cartellino che lo porterà a essere squalificato.

Lo Spezia e la sua tifoseria vogliono i palyoff ma forse il destino e non solo vogliono negarlo… vedremo. Anche ieri l’arbitro Marini ha lasciato a desiderare per certe valutazioni che appaiono poco brillanti, probabilmente rispecchiamo il livello mediocre di certi direttori di gara che sono arrivati alla serie B non si sa come.

Avanti aquile contro tutto e tutti nonostante gli episodi favorevoli stiano voltando le spalle.

(Cristiano Sturlese)

Advertisements