Alessandra Cacciavillani (Calice al Cornovigio): “Auspico la riapertura del Comando dei Carabinieri”.

CALICE AL CORNOVIGLIO- È dei giorni scorsi l’incontro  con la popolazione in due location distinte, una a Calice alto e una nel madrignanese organizzato dal gruppo di opposizione “Calice Popolare” che ha  ospitato il Consigliere  e Presidente delle commissioni  della Regione Andrea Costa e  il consigliere e presidente della commissione viabilità della provincia  Francesco Ponzanelli ,ove abbiamo riscontrato una folta partecipazione e abbiamo  ascoltato direttamente dalle persone presenti tutte le priorità e problematiche del territorio.

Sono emerse molte criticità che come gruppo consigliare,  conoscevamo e diciamo che la presenza di enti superiori a questi incontri è stata   anche oggetto   non solo di ascolto ma anche, con carte alla mano, di condivisione  con la popolazione  degli interventi di asfaltatura  che la Provincia  farà sul nostro territorio  da qui al  2023 .Dopo questi due incontri con la popolazione , la settimana scorsa ho  effettuato  io stessa un giro sul territorio con il Consigliere provinciale Ponzanelli e il tecnico provinciale Bologna  e hanno toccato con mano tutti i disagi  che abbiamo sulle provinciali di Calice, soprattutto quelli sulla SP8:  sicuramente  saranno intanto  ripristinati ove mancano, le protezioni laterali, la segnaletica orizzontale e verticale  e speriamo in un futuro non troppo lontano di ottenere anche la pulizia di tutta la tratta delle cunette!

La viabilità è importante per il nostro territorio ed è una delle priorità che la lista insieme per Calice si è data   per i prossimi 5 anni: viabilità, sicurezza, Rems e abbassamento sulle tasse dei rifiuti

Certamente un Grazie va alla Regione nella persona di Andrea Costa e al Consigliere Ponzanelli della provincia, con la quale il gruppo di minoranza ha interagito, per aver dato opportunità al nostro comune di avere un po’ di viabilità ripristinata, perché nei giorni scorsi   hanno   eseguito il primo lotto   di asfaltatura proprio della SP 8 che non sarà l’unico, a breve avremo molti tratti di questa provinciali riasfaltati.

In merito agli argomenti prioritari del programma della nostra lista, LA SICUREZZA, auspico, per il bene di tutta la cittadinanza, la riapertura del comando Stazione dei Carabinieri, progettualità che è inserita nel nostro programma con l’aiuto dell’attuale giunta regionale, e non solamente un posto ufficio dove depositare le denunce perché le forze dell’ordine hanno bisogno dei propri spazi a disposizioni per i loro interventi, loro indagini e la loro sicurezza.  Se non ricordo male ,la stessa è stata spostata a Ceparana solo ed esclusivamente perché i locali adibiti a Caserma, non erano più idonei ad ospitarla in quanto anche per quell’edificio  del comune non è mai stato speso un euro per la sua ristrutturazione , chissà perché come in altre situazioni  sul territorio si deve arrivare sempre “alle somme urgenze” e mai ad una manutenzione ordinaria per la quale  Il sindaco Scampelli  avrebbe dovuto provvedere con un maggior interesse prima di farla trasferire a Ceparana. Mi faccio carico anche delle altre associazioni, in quanto   anch’io sono impegnata   nel volontariato da anni e so benissimo le difficoltà, le prerogative e le aspettative di queste   associazioni che mancano di certezze sul territorio, e soprattutto mancano di aiuto   effettivo dall’amministrazione, che avrebbe dovuto pensare di dare loro degli spazi idonei a svolgere il loro lavoro assistenziale alla popolazione e al territorio gratuitamente. Sarà prioritario avere un posto definitivo anche per loro perché una struttura polivalente per  le associazioni  che trattano l’emergenza sul territorio è  pensabile  e molto ragionevole come idea e progettualità che sicuramente sarà un argomento da trattare nei prossimi anni aiutando questo tipo di associazione in qualche modo e sarà mia cura  e interesse occuparmene, ma dando a tutti gli spazi giusti e necessari ,senza penalizzare  l’intero spazio della caserma a loro  favore, perché un progetto come quello che ha in mente il sindaco, non cambierebbe la situazione  da come è adesso perché sul territorio c’è bisogno di sicurezza soprattutto dopo l’ effettiva apertura della REMS con una presenza costante dell’arma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Alessandra Cacciavillani, consigliera di opposizione del Comune di Calice al Cornoviglio)

 

Advertisements