Al Teatro Impavidi di Sarzana arriva l’atteso recital del grande Peppe Barra

Sarzana – Sabato 13 aprile alle ore 21.00 nell’ambito della stagione di musica e prosa del Teatro Degli Impavidi, Peppe Barra – accompagnato al pianoforte da Luca Urciolo – porta in scena Cammina, Cammina: un recitar cantando in cui follia, poesia, malinconia, ironia graffiante, estro e divertimento si intrecciano.

Il Teatro Degli Impavidi propone uno spettacolo che unisce le due anime della programmazione: un recitar cantando tra musica e prosa. La voce di Peppe Barra si intreccia intorno a monologhi dal tono comico e grottesco.

Cammina, Cammina è un crescendo di emozioni dove il dialetto è protagonista a rafforzare il significato dei testi. Il teatro si trasforma in una trama fitta di sogni, desideri, passioni e sentimenti, citazioni e ricordi, un concentrato delle qualità di attore e cantante di Peppe Barra che segue il suo percorso artistico accordando sulla medesima tastiera vocale ritmo e giocosità. Sempre con il sorriso sulle labbra e la sua innata voglia di divertirsi e divertire.

Peppe Barra: nasce a Roma nel 1944; è figlio di Giulio Barra, fantasista e valente artista del Varietà, e dell’indimenticabile Concetta, cantante ufficiale del mondo etnico campano, non può non essere affascinato dal mondo del teatro fin da piccolo. L’innato istinto, la mimica, la bellissima voce e la magnetica presenza scenica contribuiscono, nel corso degli anni, a trasformarlo in un cantante-attore di grandissimo spessore capace di dialogare con il pubblico e di legare con un filo sempre più sottile il copione all’improvvisazione e alla carica di un’ironia tipicamente partenopea. Inizia con zia Liù, maestra di recitazione, ma le prime esperienze importanti arrivano con il Teatro Sperimentale di Gennaro Vitello. Sin dagli esordi predilige la musica e il canto, due componenti importantissime che lo conducono all’incontro con il Maestro Roberto De Simone, la cui frequentazione stimolerà in maniera significativa non solo l’evoluzione artistica del Barra attore, ma anche e soprattutto l’inizio della sua attività di autore e studioso della tradizione popolare campana. Nella seconda metà degli anni ‘70 Peppe Barra è stato uno dei protagonisti indiscussi della Gatta Cenerentola, l’opera teatrale di Roberto De Simone rappresentata con straordinario successo in tutto il mondo. Da perfetto comico dell’arte egli è sempre attento a contaminare i generi in quello che è un repertorio costituito da testi classici, canzoni e tammurriate, favole tratte dal Basile e filastrocche popolari, liriche teatrali e poesie, barcarole procidane e storie di viandanti e di re. Registra per la RAI venti tra le più interessanti fiabe de Lu Cunto de li Cunti di Giambattista Basile.
l viaggio tra le culture mediterranee, la scoperta di una lingua e di una tradizione che si fa musica, parola, arte, è per Barra la strada privilegiata per riscoprire le radici più profonde del proprio essere e della propria terra. Il segreto è comunicare e grazie a lui la comunicazione diventa intelligenza, ricordi, confessioni di un interprete inconfondibile che percorre le linee più intricate e nascoste della tradizione partenopea troppo spesso trascurate e dimenticate.

Il titolo della stagione che si aprirà a febbraio, che racchiude anche la Stagione Musicale, – “Il Teatro è di tutti” – descrive il nuovo corso del teatro sarzanese: “Sarà un teatro aperto, inclusivo e senza barriere, che unisca qualità e popolarità – affermano il sindaco Cristina Ponzanelli e Andrea Cerri – un teatro che riscopra le sue radici ma che sappia creare innovazione, sia centro e motore propulsivo della vita culturale e sociale della città e di tutto il territorio, e con una gestione trasparente.”
I biglietti sono acquistabili solo direttamente alla biglietteria del Teatro Impavidi:
• 1° classe (platea e prima fila dei palchi centrali)
intero: 27€ – ridotto over65 e CRAL: 25€ – studenti: 20€
• 2° classe (seconda fila palchetti centrali e prima fila palchetti laterali)
intero: 24€ – ridotto over65 e CRAL: 22€ – studenti: 18€
• 3° classe (seconde file palchetti laterali e prime file palchetti laterali lato palco)
intero: 20€ – ridotto over65 e cral: 18€ – studenti:14€
• 4° classe (palchetti laterali lato palco)
intero: 16€ – ridotto over65 e cral: 15€ – studenti:10€
• 5° classe (posti a visibilità parziale) 
intero: 8€ – studenti 6€

La biglietteria aprirà dal 30 gennaio e resterà aperta tutte le mattine da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12.30 – il giovedì anche il pomeriggio dalle 16 alle 19.
Per informazioni e prenotazioni:
• Numero telefonico: 346-4026006
• Mail: teatroimpavidi@associazionescarti.it
• Sito web: www.teatroimpavidisarzana.com
Social Network:
• Facebook: Teatro Degli Impavidi
• Instagram: teatroimpavidi

Advertisements