Rumori al Porto, interviene il Ministero dell’Ambiente.

LA SPEZIA- Dopo reiterati esposti dei cittadini residenti nei quartieri del Levante, ovvero adiacenti al Porto commerciale, il Ministero dell’Ambiente è intervenuto presso il comune di La Spezia per conoscere i livelli di rumorosità in quanto il comune è responsabile della salute dei cittadini. Non è bastata una lettera, ma ne sono occorse ben tre per far muovere l’ente preposto ed è un fatto apprezzabile da parte del ministero di questo governo, richiedere riscontri veri,pubblici e dati precisi su una questione di controlli preventivi a tutela della salute dei cittadini se consideriamo la presunta latitanza di controlli a norma di legge da parte di Arpal e dell’Autorità Portuale negli ultimi anni.

Tale richiesta ha messo in moto l’iniziativa delle verifiche acustiche da parte della ASL5 (per ruolo scientifico sulle ricadute della salute) e del Comune di La Spezia per la parte delle disponibilità operative con il gruppo ambientale della Polizia municipale. Il coordinamento dei quartieri del levante e le associazioni ambientaliste (V.A.S,onlus-Italia Nostra-Legambiente) si sono impegnate a collaborare insieme ai cittadini ed a partecipare all’organizzazione operativa di rilevamento e forse, dopo tanti anni avremo a disposizione elementi precisi ed informativa agibile e pubblica da noi più volte richiesta, senza riscontri credibili sia all’Arpal che all’Autorità Portuale.

La spessa barriera antiacustica ”provvisoria” in corso d’opera per soli 740 metri di v.le San Bartolomeo e avente un’altezza di 6,50 metri ,altezza che non ha mai convinto i cittadini come strumento di prescrizione e mitigazione atte a riportare i rumori dentro i livelli di legge (vedi zonizzazione e sua normativa) poiché gli edifici alti 6/7 piani sono alti 30 metri con finestre e terrazzi!!!

Ma la forte contestazione non ha convinto l’Autorità Portuale a modificare il progetto e,come se avesse il verbo della verità tanto da considerare la partecipazione dei cittadini un ostacolo e non un valore aggiunto.

Ma i risultati dei danni sul Golfo dei Poeti ed il suo ambiente sono sotto gli occhi di tutti.

Rita Casagrande (Quartieri del Levante)
Franco Arbasetti (V.A.S. Onlus)

Advertisements