Giornate FAI di primavera, oltre 3.000 persone in visita alle navi.

LA SPEZIA- Grande successo per le Giornate FAI di Primavera a La Spezia dove tra sabato e domenica oltre 3.000 persone sono entrate in Arsenale per salire a bordo di Nave Italia e Nave Bergamini!

La Navigazione dal Passato al Futuro”, il percorso ideato dalla Delegazione FAI della Spezia, ha incontrato l’apprezzamento del pubblico che è accorso numeroso per poter fruire di questa opportunità unica messa a disposizione alla cittadinanza grazie al FAI e alla Marina Militare che si è rivelata ancora una volta partner privilegiato. Tante anche le famiglie con bambini al seguito che hanno così potuto sperimentare l’ebbrezza di salire a bordo del più grande brigantino a vela del mondo (Nave Italia) e di una fregata militare di ultimissima generazione (Nave Bergamini)!

Nell’accogliere e guidare i visitatori, ci sono stati oltre 120 Apprendisti Ciceroni, studenti delle scuole superiori Costa, Pacinotti, Cardarelli, Fossati – Da Passano, Parentucelli – Arzelà, Casini e della media Fontana, che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996, che coinvolge ogni anno studenti felici di poter vivere e raccontare da protagonisti, anche solo per un giorno, le meraviglie del loro territorio. Grazie anche a tutto il personale delle due unità navali e del Comando Marittimo Nord che con pazienza e disponibilità hanno aiutato nella gestione dell’evento. Il grazie più sentito va però a tutti i delegati e volontari della Delegazione FAI della Spezia che tra sabato e domenica si sono spesi in prima persona per questo ennesimo grande successo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

A livello nazionale, un successo così non si era mai visto per le Giornate FAI di Primavera: oltre 770.000 persone hanno partecipato alla 27ª edizione delle giornate FAI di Primavera e hanno scelto di visitare gli oltre 1.100 beni aperti in 430 località in tutta Italia. Le Giornate FAI di Primavera sono state ancora una volta una grande festa italiana, un evento eccezionale dedicato ai beni culturali. Centinaia di migliaia di persone si sono messe in coda per scoprire la straordinaria bellezza delle aperture: un’Italia che si riconosce sempre di più nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia anche e grazie al fondamentale supporto di oltre 7.500 volontari e 40.000 Apprendisti Ciceroni.

Record di visitatori in Lombardia dove oltre 175.000 persone hanno visitato i 171 beni aperti.

In tutta Italia i beni più visti sono stati la Banca d’Italia a Bari, uno degli edifici più belli e importanti della città, con 14.000 visitatori. A Parma 6.500 presenze a Palazzo Ducale del Giardino; più di 5.700 persone si sono recate al Palazzo della Banca d’Italia e alle OMV – Squadra Rialzo Milano Centrale; numeri che vanno oltre i 5.000 visitatori per Villa Bussandri a Bassano del Grappo (VI), Palazzo Mezzanotte a Milano e la Passeggiata del Re a Torino; un grande successo per la città di Pontremoli (MS), dove si sono registrate oltre 17.000 presenze nei 5 beni aperti, circa 6.000 a Villa Negri Dosi; e 16.000 visitatori anche a Matera, capitale europea della cultura nel 2019, con ben 19 aperture. Tra i beni del FAI il più visto è stato Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM) con oltre 5.800 persone.

Le aperture dell’edizione 2019 di Giornate FAI di Primavera sono state rese possibili grazie al fondamentale contributo di importanti aziende: Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI e Partner dell’evento, da otto anni prezioso sostenitore dell’iniziativa e presente con il suo Parco Sorgenti di Riardo nella lista dei luoghi visitabili nelle due giornate. Banca Generali, realtà leader in Italia nel private banking, sostenitrice dell’evento per il sesto anno consecutivo affiancata da Enel, entrambe in qualità di Main Sponsor. Rekeep, principale gruppo italiano attivo nel facility management e amico del FAI dal 2018, che sostiene l’evento in qualità di Sponsor. Gruppo Gabrielli, realtà della Grande Distribuzione Organizzata del centro Italia con i marchi Oasi, Tigre e Tigre Amico, ha rinnovato il suo sostegno all’evento per le regioni Marche e Abruzzo. DHL Express Italy, che per il quinto anno consecutivo in qualità di Logistic Partner, ha garantito la movimentazione di tutti i materiali nei siti delle Giornate FAI di Primavera.

Si ringrazia inoltre GEDI Gruppo Editoriale per la consolidata collaborazione.

Si ringraziano, infine, Regione Lazio, Regione Puglia, Regione Toscana e Provincia Autonoma di Trento per il contributo concesso. La 27ª edizione delle Giornate FAI di Primavera ha ricevuto la Targa del Presidente della Repubblica quale premio di rappresentanza e si è svolta in collaborazione con la Commissione Europea e con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, con il Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane, di Rai Responsabilità Sociale e con la Media Partnership di TG1, RAINEWS24, RAI TGR e RADIO1.

Quest’anno è stata inoltre aggiornata l’immagine-simbolo dell’evento. Grazie all’agenzia Armando Testa per aver donato la nuova creatività.

Il FAI ringrazia Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, le Istituzioni Pubbliche e Private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare  la  Fondazione,  oltre  alle 125 Delegazioni,   agli 89 Gruppi   FAI e   ai 91 Gruppi   FAI   Giovani, ai 7.500 volontari FAI, dei quali un centinaio sono i mediatori artistico culturali di FAI ponte tra culture, e ai circa 2.000 volontari della Protezione Civile che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione hanno reso possibile l’evento. Ad affiancarli, nell’accogliere e guidare i visitatori, ci sono stati

40.000 Apprendisti Ciceroni, studenti delle scuole di ogni ordine e grado che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996, che coinvolge ogni anno studenti felici di poter vivere e raccontare da protagonisti, anche solo per un giorno, le meraviglie del loro territorio.

 

Advertisements