Teatro di Lerici, Maria Amelia Monti è Miss Marple

LERICI – Siamo alla fine degli anni ’40, in una casa vittoriana della campagna inglese.

Miss Marple è andata a trovare la sua vecchia amica Caroline, una filantropa che vive lì col terzo marito, Lewis, e vari figli e figliastri nati dai matrimoni precedenti. Di questa famiglia allargata fa parte anche uno strano giovane, Edgard, che aiuta Lewis a dirigere le attività filantropiche. Il gruppo è attraversato da malumori e odi sotterranei, di cui Miss Marple si accorge ben presto. Durante un tranquillo dopocena, improvvisamente Edgard perde i nervi: pistola in pugno minaccia Lewis e lo costringe a entrare nel suo studio. Il delitto avviene sotto gli occhi terrorizzati di tutti. Ma le cose non sono come sembrano. Toccherà a Miss Marple, in attesa dell’arrivo della polizia, capire che ciò che è successo non è quello che tutti credono di aver visto. Il pubblico è stato distratto da qualcosa che ha permesso all’assassino di agire indisturbato. Come a teatro. Come in un gioco di prestigio.

Sarà Maria Amelia Monti, volto noto del piccolo e grande schermo, a prestare le sembianze all’investigatrice più conosciuta di tutti i tempi, Miss Marple, in scena martedì 12 marzo sul palco del Teatro Astoria di Lerici con lo spettacolo “Miss Marple. Giochi di prestigio”.

<L’immortale personaggio nato dalla penna di Agatha Christie calcherà il palco del nostro teatro in una veste nuova, fortemente caratterizzata dalla contagiosa simpatia di Maria Amelia Monti, celebre protagonista del piccolo e grande schermo – commenta il consigliere delegato al Teatro Claudia Gianstefani -. Una commedia irresistibile, che catturerà l’attenzione degli spettatori con una trama agile e dinamica, fino all’inaspettato finale, e contemporanea, valorizzata con originalità senza intaccare l’inconfondibile spirito della Christie>.

Il testo di Agatha Christie è stato adattato teatralmente da Edoardo Erba, storico traduttore dei romanzi della giallista. In scena, a fianco a Maria Amelia Monti, ci saranno Roberto Citran, Sabrina Scuccimarra, Sebastiano Bottari, Marco Celli, Giulia De Luca, Stefano Guerrieri e Laura Serena. Regia di Pierpaolo Sepe.

Advertisements