Un libro? Perché no. “Becoming. La mia storia”, di Michelle Obama. Recensione a cura di Annalisa Serafini

È appena arrivato in Italia un libro che sicuramente appassionerà e farà pensare.
Già perché è molto raro che una First Lady degli Stati Uniti racconti al mondo la sua biografia, senza pudori e senza nessuna paura.
È una autobiografia davvero molto innovativa, quella di Michelle Obama, conosciuta dal mondo come moglie di Barack Obama, il primo presidente di colore, il quarantaquattresimo della storia Americana.
Il memoriale di Michelle è uscito lo scorso 13 novembre e sta riscuotendo un grande successo negli Stati Uniti (ma non solo). L’autobiografia della signora Obama è un libro da leggere, e questo lo pensa anche suo marito Barack. Obama ha condiviso su Twitter una vera e propria recensione di “Becoming – La mia storia”, non negando di essere sicuramente di parte, ma dicendosi sicuro della validità dell’opera prima di sua moglie.
Michelle e Barack sono sposati da 26 anni e hanno festeggiato il loro anniversario di matrimonio lo scorso ottobre. Da sempre, si professano innanzitutto “migliori amici“, ancor prima che marito e moglie, e la loro complicità e la loro unione si riflette in tutto ciò che fanno, compresi gli slanci affettuosi che spesso condividono sui social Networks.

Nel suo libro, Michelle Obama ha confessato di aver dovuto faticare duramente, con la collaborazione di Barack, per far sì che il loro matrimonio funzionasse davvero. Entrambi impegnatissimi nei rispettivi lavori e con a monte studi universitari faticosi e costosi da pagare, sobbarcandosi anche lavori faticosi per pagarsi gli studi.
Con estrema franchezza e verve, descriverà i trionfi e le delusioni, sia pubblici sia privati, raccontando per intero la sua storia così come l’ha vissuta, attraverso le sue parole e dal suo punto di vista. Caldo, saggio e rivelatore, il libro è l’inedito ritratto intimo di una donna che ha costantemente sfidato le aspettative della sua società:essere donna, moglie, madre,la prima First Lady afroamericana della storia.

Buona lettura!
Annalisa Serafini
E-mail: annalisaserafini@libero.it

Advertisements