Francesco Battistini (Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria) – sp530 “Napoleonica” La Spezia-Portovenere, necessario un tracciato alternativo per garantire la sicurezza stradale

GENOVA- A seguito dei problemi alla viabilità causati dai lavori di ripristino strutturale sul ponte in località Fabiano, è sempre più pressante la necessità di individuare un tracciato alternativo per la strada provinciale 530 “Napoleonica” che collega Portovenere a La Spezia.
Questo, in sintesi, quanto emerso dalla discussione dell’interrogazione presentata ieri in consiglio regionale dal vicecapogruppo di Rete a Sinistra / LiberaMente Liguria Francesco Battistini. «La risposta dell’assessore Giampedrone giunge alle nostre stesse conclusioni: l’attuale sede stradale non è più sufficiente a sostenere un transito veicolare di questa entità. Allora è necessario aprire un tavolo con il ministero e la provincia per avviare un nuovo progetto e reperire risorse –dichiara Battistini -. Una strada pericolosa, senza mezzi termini: la sp530 è stretta e sinuosa, ma particolarmente trafficata, passa in mezzo alle case ed è percorsa dai mezzi pesanti. Spesso è teatro di incidenti, purtroppo anche mortali. Anche considerando gli interventi sul ponte di Fabiano e il senso unico alternato, in parte ancora da risolvere, il fatto che non si possa intervenire oltre è un dato acquisito».

«Dobbiamo trovare una soluzione definitiva, perché Portovenere è una meta fra le più attrattive di tutta la Liguria. Al traffico veicolare ordinario si aggiungono i pullman e le auto dei turisti. Ma l’odierna careggiata non può essere né allargata ulteriormente né rettificata – puntualizza Battistini -. Ricordiamo che negli anni Ottanta Anas aveva ipotizzato la costruzione di una serie di gallerie: una soluzione gravosa sul piano economico, ma sicuramente sfidante. Per questo è necessario che Regione, Provincia e Ministero alle Infrastrutture facciano fronte comune per giungere a una progettazione; dopodiché si lavori sul fronte delle risorse finanziarie. Su queste ipotesi abbiamo registrato importanti aperture da parte dell’assessore Giampedrone».

Advertisements