Biblioteca Civica, la “Mazzineide” continua…

LA SPEZIA- Cantami, o Piaggi, della Civica Biblioteca l’iter dei lavori…

Potrebbe iniziare così un’eventuale Mazzineide, ossia un’epopea sulla Biblioteca Civica “Ubaldo Mazzini”, chiusa per lavori dall’estate del 2015. La fine dei lavori era prevista per il marzo 2016, ormai tre anni fa. Tra varianti, nuovi interventi richiesti, problemi e problemini, la riapertura slitta di continuo. Nell’ultima commissione (dello scorso 24 settembre) l’Amministrazione aveva indicato il nuovo anno (senza specificare il mese). Nel frattempo, l’atrio è stato aperto al pubblico una mattina di dicembre, in occasione dei 150 anni di Ubaldo Mazzini, quindi richiuso, mentre erano anche spariti i cartelli dei lavori in corso.

Ora, però, c’è una novità: è stato aperto nuovamente il cantiere, con un nuovo cartello, che  parla di “Ulteriori lavori di restauro e di decori e affreschi di Palazzo Crozza” e i lavori sono stati affidati all’impresa Decorazioni Pifano. L’ingresso della Biblioteca è stato transennato, fino al 18 aprile 2019, si legge sull’avviso. Vedremo se, per quella data, la Mazzini sarà finalmente riaperta al pubblico. Nel corso dell’ultima commissione, l’assessore Luca Piaggi aveva parlato di problemi legati al locale caldaia, che andava insonorizzato. Da quello che aveva detto, i decori erano già a posto. Invece, a quanto pare, così non era. O si tratta di altri decori e affreschi che prima non erano stati restaurati? Cos’è cambiato negli ultimi mesi? Questo nuovo ritardo porterà ancora un aggravio per ciò che riguarda le spese, salite finora da 1.370.000 a 1.582.000? Quando riaprirà realmente la Mazzini? E si è trovato un luogo dove mettere quei trentamila volumi avanzati dopo i lavori? ( Vedere qui: Tempi ancora lunghi per la Mazzini: la riapertura slitta al prossimo anno).

Advertisements