Spezia, le palle… girano! Aquilotti nella veneziana ragnatela “zenghiana”.

LA SPEZIA- Lo Spezia inizia il girone di ritorno e il 2019 con il bel gioco ma senza riuscire a superare un Venezia molto difensivista che al primo tiro centra il bersaglio: l’esatto contrario della formazione di mister Marino. La squadra ospite si difende, rischia di capitolare più volte e alla fine per poco non beffa gli aquilotti che anche stasera hanno giocato una gara quasi perfetta. Peccato la mancanza di uno “stoccatore” uno che sotto porta non sbagli e inquadri lo specchio della porta. Meno male che il neo acquisto, Alessio Da Cruz, appena entrato nella ripresa ha riacciuffato il risultato di parità che comunque va lo stesso stretto allo Spezia.

Mister Zenga da ex “uomo ragno” ha sistemato la sua squadra a difesa della porta e anche con un pizzico di fortuna è riuscito a uscire indenne dal “Picco”. Ma quanto rammarico in casa Spezia? Bidaoui, Okereke, Gyasi & C. non sono riusciti a capitalizzare il tanto bel gioco creato, soprattutto nel primo tempo.

Pazienza ma il gioco di Marino c’è e si vede eccome. Peccato gli ampi vuoti sui gradoni del “Picco”: una serata di un lunedì d’inverno comunque incidono parecchio… Adesso domenica nel tardo pomeriggio altro match importante: a Brescia contro una realtà ormai consolidata in questo campionato di serie B.

(Cristiano Sturlese)

Advertisements