Grave l’atteggiamento della Giunta che non considera priorità la difesa della salute

LA SPEZIA- Ancora una volta pare che questa giunta e questo Sindaco,responsabili per legge della salute dei cittadini, non la considerino un’assoluta priorità da affrontare individuando i presidi dai quali emergono le maggiori criticità ambientali in modo razionale senza enunciazioni generiche e dispersive del tutto o niente per “NON FARE”.

Lunedì 10 dicembre l’O.d.G riguardava il grave impatto ambientale la cui maggior concausa è l’attività del porto commerciale operante a pochi metri dalle case e gli studi scientifici dei medici espressi in convegni recenti confermano che le emissioni inquinanti, sia atmosferiche che acustiche, comportano rischi per i cittadini che vivono vicino al porto in particolare entro 500 metri dalle fonti inquinanti.

In altri porti gli studi sono stati fatti (Civitavecchia ad esempio) mettendo in evidenza che la cosa è effettivamente così ma il Consiglio comunale ha ancora preso tempo come se in questi 12 anni nulla fosse accaduto a dimostrazione di quanto giuste siano le lamentele dei cittadini.

Qui pare tutto sia in regola ma i controlli preventivi non si fanno,o se ne fanno troppo pochi o non si tengono nella giusta considerazione per la difesa della salute.

Insomma così come in altre situazioni verificatesi nel corso degli anni il grave danno ambientale ha continuato a fare il suo corso sia per le discariche, sia per l’Enel, sia per la Snam e questa città pare essere fuori controllo ancora oggi mentre la giunta comunale continua a fare melina e pare ancorata,da quando è stata eletta,a produrre solo immagine e poche cose prioritarie per loro.

Rita Casagrande e Franco Arbasetti, Coordinamento Quartieri del Levante

Advertisements