“L’uomo che rubò Bansky” al “Nuovo” e “Astoria”

LA SPEZIA- Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati e firmano a modo loro case e muri di cinta. I palestinesi però non gradiscono. Il murale del soldato israeliano che chiede i documenti all’asino li manda su tutte le furie: passi l’essersi introdotto nei territori e l’aver agito senza nemmeno presentarsi alla comunità, ma essere dipinti come asini davanti al resto del mondo è davvero troppo. A vendicare l’affronto con un occhio al bilancio ci pensano un imprenditore locale, Maikel Canawati, e soprattutto Walid, palestrato taxista del posto. Con un flessibile ad acqua e l’aiuto della comunità, Walid decide di tagliare il muro della discordia. Obiettivo dichiarato: rivenderlo al maggior offerente.

È da qui che prende il via L’uomo che rubò Banksy di Marco Proserpio narrato da Iggy Pop, che arriverà al cinema “Il Nuovo” e “Astoria” solo l’11 e 12 dicembre, nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema.
Il film racconta la storia dello sguardo palestinese su un’arte di strada di matrice occidentale e sui messaggi che la Street Art veicola sul muro che separa Israele dalla West Bank.

Il film, con musica originale di Federico Dragogna, Victor Kwality e Matteo Pansana, è prodotto da Marco Proserpio in collaborazione con Rai Cinema.

Orari
Il Nuovo La Spezia: martedì 11 alle 16:15, 18, 21:15; mercoledì 12 alle 15:30 e 19:30
Astoria Lerici: mercoledì 12 ore 17 e 21

 

Advertisements