Conclusa la raccolta di firme per l’oratorio di San Nicola a Fezzano

PORTO VENERE- Si è conclusa la raccolta voti (firme su cartaceo e voto online) per il  9° Censimento dei luoghi del Cuore del Fai per chiedere  il restauro dell’antico oratorio di S.Nicola a Fezzano. L’iniziativa è stata promossa dal Comitato “Salvare l’Oratorio di San Nicola al Fezzano”  e si è  conclusa il 30 novembre 2018. A febbraio la proclamazione dei vincitori e la pubblicazione della classifica nazionale.

I risultati sono stati sorprendenti e ben superiori alle aspettative per una piccola realtà come Fezzano denotando la sensibilità che gli spezzini hanno verso la propria storia che si sta sempre più riscoprendo e valorizzando, questo è quanto hanno dichiarato i promotori del Comitato Vinicio Ceccarini, Antonio Sparaco e Francesco Sparaco.

Questo traguardo ci permetterà di partecipare ai progetti di secondo livello per la valorizzazione dell’edificio eretto nel 1543 per volontà del Capitano Nicolino Porretta e della moglie Bianchetta. L’oratorio si trova nelle immediate vicinanze dell’allora palazzo Porretta, in quella che oggi si chiama via D’Imporzano. Nell’interno ha un altare con mensa in marmo bianco di Carrara sormontato da un ciborio anch’esso in marmo bianco. Sopra l’altare una pala raffigurante la Madonna del Rosario. L’edificio è attualmente in pessimo stato di conservazione, ha soprattutto gravi problemi al tetto, di cui urge il restauro.

Si ringrazia ogni singolo votante spezzino e non ed in particolare il comitato per la promozione dell’Abbazia di Lamoli (Pu)  capitanato dalla Sig.ra Nadia Favretto per il sostegno dato alla nostra causa.

Un ringraziamento speciale inoltre alle persone che hanno preso parte attiva al progetto: Pasquale Settanni, Stefano Paglini, Daniele Bertone, Ennio Manco, Paolo Talco, Maurizio Piscopo e Gino De Luca.

Advertisements