Spezia, le palle… girano! Anche ad Ascoli solito target da trasferta, ma…

ASCOLI- Si ritorna a casa con un pugno di mosche in mano anche dalla trasferta marchigiana di Ascoli. Elogio al bel gioco, tanto possesso palla, ma la vittoria va agli avversari. Sta diventando purtroppo una cattiva abitudine lontano dal “Picco” dove gli aquilotti raccolgono veramente poco, una media quasi da retrocessione, c’è da preoccuparsi.
Mister Marino non ha colpe, le risorse umane sono queste, nel bene e nel male ma qualcosa che non va ormai si vede. Una sconfitta che sommata agli episodi sfavorevoli da fastidio e molto, visto che lo Spezia non è assolutamente inferiore alla formazione marchigiana eppure però…

Il progetto deve andare avanti, del resto si è parlato di triennio ma alcune scelte non sono certo ottimali. Alcuni giocatori che forse sono insostituibili o alcuni che magari stanno passando un periodaccio di fuori condizione lo si vede… Adesso testa e cuore alla prossima partita del “Picco”: arriva la formazione calabrese neo promossa Cosenza dello spezzino Bruccini e di quel “marpione” di mister Braglia; dove Okereke lo scorso anno fece esperienza, insomma una partita da non fallire per non essere coinvolti nelle “sabbie mobili” della bassa classifica: sosteniamoli!

(Cristiano Sturlese)

Advertisements