Licenziamento Acam Ambiente: il 7 novembre sciopero dei lavoratori. Cgil e Uil in piazza

LA SPEZIA- Mercoledì 7 novembre i lavoratori di Acam incroceranno le braccia per protestare contro il provvedimento di licenziamento che l’Azienda ha applicato nei confronti di una dipendente. Un corteo sfilerà nelle strade cittadine un segno di solidarietà e protesta. “Abbiamo più volte sottolineato – dichiarano Roberto Palomba (Cgil funzione pubblica) e Marco Furletti (Uil Trasporti) – che siamo contro il licenziamento della lavoratrice di Acam, perché si tratta di un provvedimento sproporzionato e poco ponderato. Alla lavoratrice va tutta la nostra solidarietà.

Continuano Palomba e Furletti: “Nonostante i tentativi di mediazione che abbiamo fatto sospendendo lo stato di agitazione per favorire l’incontro tra l’Azienda e la lavoratrice, Acam ci ha negato un confronto. Neanche l’incontro in Prefettura ha sortito effetti positivi. Anzi, il legale dell’Azienda ha espressamente proposto di avviare una trattativa che prevedesse un riconoscimento economico in alternativa al reintegro, con contestuale rinuncia da parte della lavoratrice al procedimento di impugnazione del licenziamento. Questo non è accettabile.”

Concludono i dirigenti sindacali: “Duole rimarcare come Acam abbia negato la disponibilità ad un confronto e sia emersa poca trasparenza dei ruoli politico-amministrativo e aziendale, un brutto segnale percepito da tutti i lavoratori che all’unanimità hanno votato per la proclamazione dello sciopero. Se non ci saranno segnali di distensione e di ripensamento l’azione di protesta non si fermerà. Dopo lo sciopero del 7 novembre stiamo pensando anche ad un blocco dello straordinario.”

L’appuntamento per lavoratori di Acam ambiente è per le ore 10 sotto la sede di Acam in via Alberto Picco alla Spezia per poi muovere per le vie cittadine: via Crispi, via Veneto, Piazza Verdi, per giungere sotto Palazzo Municipale in piazza Europa.

Advertisements