Sgombero dei due ultimi concessionari della Marina del Canaletto.

LA SPEZIA- L’Autorità di Sistema Portuale ha inviato alla Capitaneria di Porto la documentazione necessaria ad avviare lo sgombero dei due ultimi concessionari della Marina del Canaletto. Come è noto, infatti, il Consiglio di Stato ha respinto nei giorni scorsi l’appello della “A.S.D. Pesca Sport La Palma” e della “Scafi di Mauro Cerreti S.r.l.” che avevano fatto ricorso all’organo giurisdizionale nel tentativo di fare annullare una precedente sentenza del TAR che si era già espresso in maniera favorevole all’AdSP nel 2017. Il pronunciamento riguardava il decreto di ingiunzione di sgombero degli spazi occupati dalle due società avanzata dall’AdSP, con l’obbligo del ripristino dello stato originale degli stessi.

Il Consiglio di Stato con le due ultime sentenze, ha ribadito l’infondatezza di tutti i motivi di ricorso proposti dai ricorrenti, attestando di conseguenza la loro posizione di occupanti abusivi.

Ne consegue che l’Ente di Via del Molo, nell’avere sempre agito in modo legittimo, corretto ed a tutela dell’interesse pubblico, dovrà procedere alla richiesta ai ricorrenti del pagamento di un indennizzo pari al canone demaniale triplicato, come la legge impone nel caso di occupazione abusiva del demanio marittimo.

Starà inoltre ai due ex concessionari trovarsi un nuovo spazio nel Golfo, dove riterranno più opportuno, avendo gli stessi rifiutato a tempo debito l’accordo di ricollocazione alla Marina del Pagliari, sottoscritto dai restanti diciannove concessionari.

Advertisements