“DSA in cammino verso l’età adulta: profili, potenziale e cooperazione” domenica 7 in Sala Dante

LA SPEZIA- Nell’ambito della Settimana Nazionale della Dislessia, in corso fino a domenica 7 ottobre, la sezione AID di La Spezia organizza l’evento: “DSA in cammino verso l’età adulta: profili, potenziale e cooperazione”. L’evento si svolgerà presso la Sala Dante, Via Ugo Bassi 4, La Spezia; dalle 9:30 alle 17.

Una giornata per riflette su alcune delle problematiche che gli studenti DSA possono incontrare nel percorso verso l’età adulta, per scoprire insieme le risorse che invece possono emergere in un cammino di concreta cooperazione.

Tra i relatori, interverranno: Maria Carmela Valente, logopedista, formatrice AID; Laura Bertolo, psicologa ASL 5 Spezzino- vicepresidente AIRIPA – formatrice AID; Luigi Oliva, docente scuola sec. II gr. formatore AID; Damiano Angelini, psicologo, Laboratorio di neuropsicologia – centro disturbi cognitivi – AUSL Reggio Emilia; Roberta Rota, pedagogista clinica, formatrice AID; Arianna Cirulli, Rossella Gazzolo e gli studenti di Imperia; Daniela Garau, CTS La Spezia, docente CPIA (Centro Provinciale Istruzione Adulti).

 L’ingresso è gratuito. I posti sono limitati. Si richiede iscrizione online al seguente link:

https://www.aiditalia.org/it/attivita/947 

Per maggiori informazioni:

https://laspezia.aiditalia.org/it/news-ed-eventi/dsa-in-cammino-verso-leta-adulta-profili-potenziale-e-cooperazione

Per una donazione e per sostenere le attività dell’Associazione Italiana Dislessia: http://aiditalia.org/it/sostienici. Tutte le donazioni a favore di AID sono fiscalmente deducibili o detraibili.

AID: Associazione Italiana Dislessia ( http://www.aiditalia.org/it/ )

AID – Associazione Italiana Dislessia – nasce con la volontà di fare crescere la consapevolezza e la sensibilità verso il disturbo della dislessia evolutiva, che in Italia si stima riguardi circa 2.000.000 persone. L’Associazione conta oltre 18.000 soci e 98 sezioni attive distribuite su tutto il territorio nazionale. AID lavora per approfondire la conoscenza dei DSA e promuovere la ricerca, accrescere gli strumenti e migliorare le metodologie nella scuola, affrontare e risolvere le problematiche sociali legate ai DSA. L’Associazione è aperta ai genitori e familiari di bambini dislessici, ai dislessici adulti, agli insegnanti e ai tecnici (logopedisti, psicologi, medici).

 

Advertisements