“Alternativa per Arcola”: Canese (PD) copia le nostre idee”.

ARCOLA-  A leggere l’articolo del  27 settembre sul quotidiano “La Nazione”, a firma del segretario dell’ Unione Comunale del Pd arcolano, Canese, abbiamo appreso, che pare siano altri a governare e non “i suoi” ! Il segretario, nell’articolo cita sempre le stesse cose che l’attuale Sindaco di Arcola annunciò nel programma di governo locale del 2014. A noi attenti osservatori della politica locale, e che i documenti li leggiamo e conserviamo, nulla ci distrae. Avvezzi a confrontare le cose di allora con quelle di oggi, giungiamo ad amare conclusioni, ovvero constatiamo che anche nell’ultima legislatura che si avvia alla sua fisiologica conclusione, nulla è cambiato sul territorio e per il territorio.

Giova precisare, che queste preoccupazioni -e ci riferiamo alla loro alzata di guardia sulla stabilità dei ponti, riconducibile ai tragici fatti di Genova- entrano solo ora nell’agenda di Canese e del suo partito. Ci vengono i brividi solo al pensare che il segretario, il suo partito il PD e l’attuale Amministrazione Comunale, mettano solo adesso in cantiere il controllo dei ponti. Sarà, per caso, oggetto della prossima campagna elettorale, e quindi saremmo di nuovo “al poi”, al “vedremo”. Intanto nell’attuale, quali rassicurazioni da l’Amministrazione Comunale sulle strutture esistenti? Ci pare quanto meno inopportuno e strumentale, ma ci aspettavamo che l’attuale maggioranza di governo arcolano chiedesse quel controllo subito dopo i fatti di Genova, ma si sa, quando la volpe non arriva all’uva dice che è acerba.

Cari concittadini, per sapere le condizioni dei ponti nel territorio arcolano, dovremmo aspettare la prossima consiliatura. Sempre  nell’articolo, leggiamo anche un riferimento all’alveo fluviale della Magra. Giova precisare che l’opposizione di centrodestra e quella del capo gruppo del gruppo misto, ci hanno perso il sonno sull’argomento e i dati ci dicono che questa Amministrazione non è mai riuscita in più di 4 anni a mantenere rapporti costanti e utili con l’unico Ente che ha la possibilità di elargire denari per il nostro territorio e le nostre infrastrutture, questa la dice lunga sulle capacità del Sindaco e della sua Giunta, mai peggio di così.

Anche su questo argomento apprendiamo che il tutto vaga nell’etere.

Si legge poi della sicurezza stradale, dei pedoni e del traffico sia leggero sia pesante. Oraricordiamo al segretario del Pd dell’Unione Comunale, Canese, che riguardo l’inibizione del transito dei mezzi pesanti sono mesi, anzi anni, che i cittadini stanno lottando, ma probabilmente Canese è poco attento. Sul tema  abbiamo visto manifestare il suo Sindaco, Giunta compresa, cioè manifestare contro se stessi. Mai nella storia ci era capitato di vedere robe del genere. Aggiungiamo che ci fa piacere che Canese metta in evidenza e  voglia discutere di punti che sono il nostro fiore all’occhiello, temiamo però che si sia un po’ perso nella tempistica. Esistono agli atti interpellanze a go go delle opposizioni su tutte queste questione..ergo, rileggetevi un po’ di carte, perché i cittadini le hanno lette eccome e noi su questo e tanto altro non vi consentiremo di raccontare ulteriori bugie e favole ai cittadini arcolani.

Sempre lo stesso Canese ( PD) mette in evidenza nei suoi punti le strade chiuse in quanto interrotte da frane, tipo Cerri- Trebiano e sulla Vissano -Ressora. Vogliamo ricordare a Canese che sono anni che esiste questa situazione e che l’attuale Giunta, Sindaco in testa, poco hanno fatto al riguardo. Dulcis in fundo il PUC (ormai entrato a fare parte della trasmissione “Chi l’ha visto”) che evidentemente a Canese ed al suo partito interessano solo ed esclusivamente per ottenere il finanziamento (per cementificare) di un nuovo lotto di variante di collegamento tra Fornola con San Genisio. Cemento e cemento. Oltre magari qualche altra sorpresa.

Noi diciamo basta alla cementificazione selvaggia. Ringraziamo Canese per aver completamente copiato le iniziative da noi fatte sul territorio da anni ormai. Evidentemente mancano le idee e su questo non ci sono dubbi. D’altronde si comprende bene, c’è un abito lacerato da dover ricucire.

La verità deve però essere detta sempre a prescindere e non ci pare che in quell’articolo, ci siano elementi tali da connotare novità.

Samuel Johnson ha detto: “La vera arte della memoria è l’attenzione“. 

Alternativa per Arcola

Advertisements