Concorso di idee “La Spezia Porta di Sion. Tredici le proposte presentate. Nominati i membri della commissione giudicatrice.

LA SPEZIA- Sono stati nominati, con decreto firmato dalla Presidente Carla Roncallo, i commissari della commissione giudicatrice incaricata della valutazione delle proposte relative al concorso di idee “La Spezia porta di Sion” -riqualificazione del molo Pagliari: realizzazione di un percorso della memoria e di un monumento alla memoria in ricordo delle vicende storiche che lo hanno interessato”.

La consegna degli elaborati è scaduta il 31 agosto scorso. In tutto sono 13 i progetti consegnati presso la sede dell’Autorità di Sistema Portuale di Via del Molo.

La partecipazione al concorso era aperta a chiunque. Ventidue sono le persone o i gruppi che hanno compiuto i sopralluoghi al molo Pagliari prima di decidere in merito alla loro effettiva partecipazione. Si sono presentati professionisti provenienti anche da varie parti d’Italia, un paio anche dall’estero.

La commissione è composta da un numero dispari pari a 5 membri.

Si tratta di Anna Maria Sorrentino, assessore pianificazione urbanistica, demanio e portualità del Comune della Spezia;

Orly Bach, nipote del comandante Arazi che nel 1946 sovrintese le operazioni relative alla partenza, dal molo Pagliari, per la Terra Promessa dei profughi ebrei reduci dai campi di concentramento;

Giuseppe Momigliano, Rabbino Capo di Genova e Segretario dell’Assemblea dei Rabbini d’Italia;

Moreno Ferrari, designer e stilista spezzino, docente presso lo IED, Istituto Europeo di Design;

Marco Ferrari, giornalista, scrittore e storico spezzino.

L’assessore Anna Maria Sorrentino è stata nominata Presidente della Commissione, la cui prima riunione, che avrà il compito di valutare le proposte, si terrà presumibilmente nella settimana dal 24 al 28 settembre.

L’Autorità di Sistema Portuale pubblicò il concorso nel giorno delle celebrazioni di EXODUS. Il concorso ha come obiettivo quello di ricordare e onorare la memoria degli eventi che hanno contraddistinto la comunità ebraica, la nostra città e i suoi abitanti nel 1946, quando il Fede e il Fenice partirono dalla Spezia con 1014 profughi ebrei alla volta della Terra Promessa. Eventi che nel 2006 valsero al Comune della Spezia la Medaglia d’Oro al Valore Civile, conferita dall’allora Capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi.

L’importo reso disponibile dall’Autorità di Sistema Portuale per la realizzazione del percorso della memoria e del monumento commemorativo, è di € 100.000. Oltre a tale somma, verranno resi disponibili 45.000,00 € per i premi da assegnare al primo, secondo e terzo classificato che riceveranno rispettivamente €. 20.000, €. 15.000,€. 10.000.

Il concorso, prevede che vengano avanzate proposte per uno specifico percorso didattico/espositivo, a “stazioni”, da realizzarsi lungo il perimetro del molo stesso, nell’ottica di realizzare una sorta di museo all’aperto, pubblico e fruibile da parte di tutta la cittadinanza e di coloro che vorranno visitarlo. La scultura e il percorso espositivo dovranno costituire un “unicum”.

Advertisements