Sarzana, tutto pronto per il Festival della Mente

SARZANA- Tutto pronto per la 15° edizione del Festival della Mente di Sarzana che, anche quest’anno, offrirà al vasto pubblico una nutrita serie d’incontri con la cultura, il pensiero, l’arte, la creatività e la nascita delle idee incentrati sul tema guida della “comunità”. Nelle 12 location cittadine del festival si alterneranno 60 relatori italiani e internazionali scelti dalla direttrice Benedetta Marietti tra scienziati, filosofi, scrittori, sociologi, psicoanalisti e artisti che, con approccio creativo e divulgativo, si confronteranno con il pubblico.

Si comincia Venerdì 31 Agosto con Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio con la conferenza: “Comunità o l’eclissi del noi”. Da non perdere l’intervento dello scrittore Jan Brokken che, insieme a Massimo Cirri, discuterà di solitudine e comunità ispirandosi all’esperienza del leggendario avventuriero ed esploratore olandese Rudy Truffino. Dopo lo spettacolo di Olivia Sellerio che canterà i suoi brani dedicati al commissario Montalbano, sarà la volta di Serena Dandini e Michela Murgia che si confronteranno su “La comunità delle valorose“ dove saranno evocate figure emblematiche quali l’ambientalista Wangari Maathai, Vanessa Bell e la nostra Grazia Deledda..

Ricchissimo il programma (link) di Sabato 1° Settembre e Domenica 2 Settembre. Ogni spettatore potrà costruirsi il proprio palinsesto di eventi in funzione dei propri interessi. Come ogni anno si potranno seguire le testimonianze di scrittori internazionali di ultima generazione. In questa edizione sarà la volta dell’iraniana Maryam Madjidi, fresca vincitrice del Premio Goncourt e Ouest_France, con “Io non sono un albero” e di Kamila Shamsie, scrittrice britannica di origine pakistana il cui ultimo lavoro: “Io sono il nemico”, uscirà in Italia proprio il 30 Agosto in concomitanza del Festival. Si tratta di una moderna trasposizione dell’Antigone di Sofocle ai tempi dell’Isis, già premiato al Women’s Prize for Fiction2018.

Su altri temi, sempre trasversali al concetto di “Comunità”, spiccano le conferenze di Stefano Allievi, studioso di migrazioni e di religioni, di Ian Goldin fondatore della Oxford Martin School, di Roberto Esposito, docente di Filosofia teoretica alla Scuola Normale di Pisa nonché il fisico Cristiano Galbiati della Princeton University ed Esther Perel psicoterapeuta e scrittrice belga che discetterà su :”Tradire un legame: le ragioni dell’infedeltà”.

L’immancabile Alessandro Barbero incentrerà la sua consueta trilogia sulla 1° guerra mondiale.

Tra gli spettacoli spazio al Trio Malinconico che è un incontro tra lo scrittore Diego De Silva e i musicisti Stefano Giuliano e Aldo Vigorito, da non perdere lo spettacolo teatrale “Nome di battaglia Lia”, dedicato alla resistenza milanese e per finire: “l’Allegra vedova. Caffè chantant” che vedrà Maddalena Crippa nella doppia veste di narratrice e cantante.

Completa il festival il programma dedicato a bambini e ragazzi, un vero e proprio festival nel festival con 20 eventi e quattro workshop didattici.

Giuseppe Rudisi

Advertisements