Lerici: Campagna di controllo sugli scarichi irregolari

LERICI- Il Comune di Lerici avvia una nuova campagna di controllo sugli scarichi irregolari a partire dal mese di settembre. Acam Acque è stata incaricata di svolgere una attività integrativa di verifica sugli scarichi delle condotte in prossimità dei canali Carbognano a Lerici e Lizzarella a San Terenzo.  <L’impegno di questa Amministrazione verso la problematica degli scarichi idrici irregolari prosegue incessante – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Russo -. Fin dai primi giorni dall’insediamento, nel 2015, abbiamo provveduto a istituire lo “sportello scarichi idrici”, che ha consentito ai cittadini di autodenunciarsi, verificare, censire e risolvere parecchie delle criticità presenti sul territorio comunale. È stato inoltre firmato un protocollo di intesa con Ance e altri Comuni, coordinato dall’ing. Fausto Strozzi, per un censimento ambientale su tutto il territorio, che consentirà di conoscere l’origine di parecchie problematiche e valutarne le soluzioni. Recentemente l‘Amministrazione si è inoltre fatta carico di coordinare il progetto sperimentale per la risoluzione del problema fognario in loc. Monti di San Lorenzo, dove la comunità sta rispondendo positivamente alle sollecitazioni. Si tratta di un importante progetto che delinea un modello che si asporterà anche in altre località>. Il Comune di Lerici, grazie al supporto di Acam acque, è inoltre promotore dell’accordo per l’utilizzo del depuratore di Fincantieri a Muggiano da parte dell’abitato limitrofo allo stabilimento. Proposta sposata anche dal Comune della Spezia, grazie alla quale risolvere le annose problematiche a cui sono soggette le aree di Muggiano e di Pitelli, e che, nelle prossime settimane, si concretizzerà con la firma di un protocollo d’intesa tra le parti interessate. Per questo sono previste, dal piano degli investimenti dell’ATO idrico, le risorse necessarie alla progettazione e alla conseguente realizzazione.<Ulteriore obiettivo raggiunto dall’Amministrazione consiste nell’aver reperito risorse per uno studio di fattibilità che consenta la soluzione della problematica relativa agli scarichi di Maralunga, mediante una stazione di sollevamento e condotte che consentiranno il collegamento al depuratore di Camisano – aggiunge Russo -. Non va poi dimenticato l’impegno di Acam Acque per la manutenzione ordinaria delle condotte e delle pompe di tutto il territorio e gli importanti interventi di riqualificazione sulle stazioni di pompaggio di Tellaro e della Venere Azzurra, oltre all’imminente intervento di adeguamento della stazione della Marina di Tellaro e la conseguente realizzazione delle condotte necessarie all’allacciamento alla rete di collegamento con il depuratore di Camisano>.

Tra gli impegni dell’Amministrazione, inoltre, la costante programmazione degli interventi di pulizia dei canali con lo scopo di mitigare il rischio di allagamento dei centri abitati e quello di dissesto idrogeologico nei tratti a monte. Come negli anni passati sarà posta particolare cura alle cunette e caditoie stradali.

Advertisements