Gli animali e l’inquinamento acustico notturno: parla un veterinario .

 LA SPEZIA- Sono stato per 30 anni consecutivi il Presidente dell Ordine Provinciale dei Medici  Veterinari oltre a dirigente  Veterinario ASL 5, perito presso il tribunale di La Spezia ed esercito la libera professione da 43 anni, pertanto mi sento in dovere di intervenire nella questione dell’inquinamento acustico di zone del centro storico con decibel notturni nei fine settimana di oltre 70 decibel , poiché il grave fenomeno coinvolge e sconvolge la vita dei cittadini residenti ( che hanno sacrosanto diritto al riposo ed alla quiete) ma anche ed in modo più grave gli animali domestici dei cui altrettanto sacrosanti diritti mi faccio portavoce. Ogni animale percepisce in modo più elevato ed acuto i rumori, pertanto i suoni ai suddetti decibel ricchi di ultrasuoni sono come fendenti al timpano ed al condotto uditivo della bestiola e possono scatenare nei soggetti predisposti gravi crisi epilettiche ! Ancor di più la musica a 70 Decibel permessa negli eventi speciali . Ma l’esposizione continuativa a tale rumorosità notturna nuoce gravemente alla integrità fisica e psichica dell’animale , provocando , mi ripeto, nel tempo nei soggetti anziani o cardiopatici scompensi che possono portare alla morte. Conoscendo abbastanza bene il Sindaco e la sua attenzione al benessere degli animali, mi permetto  di farmi portavoce nel chiedere di provvedere al più presto.
Invito le associazioni animaliste ed i padroni di animali sottoposti a tali stress ad analizzare il problema nella sua gravità.
Infine , essendo un medico in toto, invito il Sindaco e gli assessori interessati a riflettere che gli ospedali dimettono malati e operati sempre più rapidamente, per cui nelle case ci sono molte persone malate, invalide, convalescenti gravi o moribonde, quindi perché sottoporle allo stress di notti insonni per loro gravemente dolorose?
Sono un simpatizzante della nuova amministrazione, ma, come soggetto pensante, ritengo che non bisogna a tutti i costi proteggere chi sbaglia e fa danni, ma bisogna essere obiettivi e , siccome si è in politica, trovare soluzioni eque che però proteggano in primis i più deboli, come gli animali ed i sofferenti .
Dott.Paolo Peirone
Advertisements