Crollo Ponte Morandi, Sonia Viale: “Trasporti garantiti verso gli Ospedali”.

GENOVA- “Il nostro sistema sanitario rimarrà autosufficiente: i trasporti sanitari dei bambini e degli adulti verso l’ospedale pediatrico Gaslini e verso l’Ospedale Policlinico San Martino saranno garantiti, nonostante l’immane tragedia del crollo del ponte Morandi a Genova”. Questa la rassicurazione della vicepresidente e assessore regionale alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale, smentendo l’ipotesi che i pazienti pediatrici e adulti dell’estremo ponente debbano recarsi rispettivamente in Piemonte o nella vicina Francia a causa delle difficoltà viarie determinate dal crollo del ponte Morandi.

Il crollo del ponte – ha aggiunto la vicepresidente Vialedetermina la necessità di riorganizzare alcune procedure del servizio sanitario regionale che verranno gestite grazie al Dipartimento Interaziendale dell’Emergenza. Il nostro servizio sanitario regionale continuerà ad avere come riferimento i due hub del territorio: il Dea di secondo livello dell’Ospedale Policlinico San Martino e il Dea di secondo livello del Santa Corona di Pietra Ligure nella Asl 2 savonese a cui si aggiunge l’ospedale pediatrico Gaslini. I trasporti, a seconda delle necessità e delle patologie, saranno garantiti grazie all’elisoccorso e alle pubbliche assistenze. Per i trasporti sanitari non in emergenza (pediatrici, dializzati, ecc.) oggi in Prefettura si definiranno percorsi per agevolare l’accesso alle strutture sanitarie genovesi”.

A fine agosto la vicepresidente Viale incontrerà i sindaci coordinati da Anci non appena sarà definito il piano della viabilità e dei collegamenti alternativi verso le strutture ospedaliere dell’area metropolitana, con particolare attenzione alla Valpolcevera, ai Comuni di Arenzano e Cogoleto e della Valle Stura.

Advertisements