Piazza Brin, una residente: “L’Amministrazione non autorizzi feste rumorose nei giorni feriali”.

LA SPEZIA- Buongiorno,
sono una residente del quartiere di Piazza Brin che ha la sfortuna di abitare in uno dei palazzi prospicenti la Piazza stessa. In famiglia siamo disperati (e non da ora). Prendere sonno prima dell’una in questo quartiere è pressocchè impossibile. Con l’estate, poi, il problema aumenta in modo esponenziale.
Ogni sera a fare casino con canti e balli e musica ad altissimo volume sono le varie etnie che popolano la piazza.
Ora poi da da un paio di settimane ci si sono messi anche gli italiani a fare rumore.
Sono state organizzate ben due feste, nel giro appunto di quindici giorni, con musica ad altissimo volume: giovedi notte addirittura si è protratta sino a quasi le ore 0,30.
A questo si deve aggiungere poi il disagio derivante dal defluire della gente che si ferma vociare/urlare sotto le finestre altrui, gli smontaggi delle attrezzature e quanto ne consegue. Risultato: sino almeno alle due non si dorme.
E sia io che mio marito la mattina alle sei ci dobbiamo svegliare, perché fortuna nostra lavoriamo.
Per di più entrambe le feste sono state organizzate in giorni pre feriali. La domenica la prima, addirittura di giovedi sera la seconda.
Noi non siamo contrari alle manifestazioni nella Piazza, ma ci chiediamo perché queste debbano tutte culminare con rumorosi concerti a colpi di decibel.
Non si possono fare mercatini, mostre o anche solo una bella mangiata senza usare amplificatori e batterie?
Un tempo si facevano quattro salti nelle aie, ma appunto intanto eravamo nelle aie e non nelle pubbliche piazze centrali… e poi gli strumenti usati erano una fisarmonica e qualche chitarra, non batterie amplificate in stile concerto rock.
Chiediamo all’Amministrazione un po’ di rispetto per chi la mattina deve svegliarsi e andare a lavorare.
Prima di autorizzare manifestazioni rumorose come queste ultime si pensi a che cosa è Piazza Brin e a quanti palazzi affacciano su questa piazza…e quanta gente che abita quei palazzi la mattina lavora.

(Lettera firmata)

Advertisements