Domenica 15 Luglio 2018 alle 21 la musica classica arriva a Castè.

RICCÒ  DEL GOLFO- Grande emozione a Castè  per il ritorno dei  24 solisti, provenienti da alcune delle  più note orchestre italiane,  che  si ritroveranno  per il secondo anno consecutivo nel suggestivo scenario di Corte Paganini, in occasione della seconda serata della rassegna “CastèVive 2018”.

I musicisti si sono dati appuntamento a Castè  per dar vita ad un concerto unico in ricordo del musicista Roberto Melini scomparso prematuramente 5 anni fa.  Quest’anno ai 24 solisti, provenienti  dalle più prestigiose  orchestre Italiane  come ad esempio la Sinfonica di Sanremo, l’ Orchestra della Rai di Torino, le orchestre  dei Teatri alla Scala, Carlo Felice, San Carlo ed altri,  si unirà la voce solista della soprano genovese Stefania Pietropaolo che dedicherà all’amico pianista e alpinista  “ Il Signore delle Cime”  di De Marzi ed altri suggestivi brani.

Roberto Melini, nato a San Benedetto (SP),  era un musicista di talento con la passione per la montagna , riassumere il suo curriculum risulta difficile data la quantità di riconoscimenti e traguardi raggiunti da questo talentuoso pianista, compositore e archeologo. Melini ha tenuto recital e concerti -conferenze in quasi tutto il mondo:  da Parigi a Singapore, da nuova Delhi a Berlino ed è stato solista in  alcune tra le più prestigiose orchestre italiane. Come archeologo si è dedicato allo studio della cultura musicale nell’antichità,  su questo argomento ha tenuto conferenze in moltissimi paesi. E’ stato docente di Archeologia Musicale del Mondo Antico prima presso il conservatorio Bonporti e poi presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Trento.

La grande umanità di Roberto non era inferiore al suo  grande talento  tanto che i colleghi accorrono anche quest’anno, da tutta Italia, a Castè,  per ricordare Il musicista e amico.  Il concerto, organizzato dall’associazione CastèVive con i fratelli di Melini, Marco e Donatella , anche loro musicisti,  sarà diretto dal maestro Giovanni Di Stefano del Conservatorio della Spezia e  verranno eseguiti  brani di grandi compositori classici come  Bach, Vivaldi, Mozart, Gluck, Bizet ed altri.

Quasi una ventina di solisti tra violini, viole e violoncelli comporrà la sezione archi, al cui fianco si esibiranno altri bravissimi musicisti come Vladimiro Cainero al corno , Claudio Paradiso flauto solista,  Marcella Lamberti  Prima Arpa del Carlo Felice o ancora Claudio Binetti con il suo oboe d’amore.

Come sempre prima dello spettacolo sarà possibile cenare alla Locanda del Podestà o nella piazzetta di Castè , dove Vagabonda Friggitoria preparerà alcune specialità liguri.

Rimangono aperte le mostre d’arte nel piccolo borgo nel comune di Riccò del Golfo di Spezia.  Nell’antica  Casa  Paganini proseguono le esposizioni  degli artisti  residenti a Castè : Gianluca Ghinolfi e  Simone Lucchesi .  Sarà possibile inoltre vistare la casa atelier di Mauro Manco dove, oltre ai suoi quadri materici e alle sculture,  è possibile ammirare diversi oggetti d’arredo creati da questo poliedrico artista.  Alla locanda del Podestà  sono invece esposti i ritratti degli abitanti di Castè realizzati dall’artista libanese Georges Rabbath, che ha sposato il progetto dell’ “Associazione CastèVive! “per la rinascita del borgo tramite l’arte.

Per maggiori informazioni potete consultare la pagina Facebook Castè Borgo Storico

Per raggiungere Castè , frazione di  Riccò del Golfo, dalla Spezia prendere le gallerie verso Genova, a San Benedetto girare a sinistra verso Castè .

Advertisements