Susanna Sturlese a Fivizzano sabato 14 con due monologhi.

FIVIZZANO- Da “Musica e colori” a “Parole e colori”, si trasforma e adatta così la mostra personale di Stefania Martinico patrocinata dal comune di Fivizzano allocata presso la Biblioteca Civica Gerini, il 14 luglio alle ore 18.00 il teatro avrà totale spazio tra le opere espressive e riflessive della Martinico. Un evento organizzato con la collaborazione dell’attrice Susanna Sturlese, che ha scelto i brani di per la sua perfomance “L’ombra nel bianco, la luce nel nero” colori che attraverso il body painting verranno trasferiti sul suo corpo per vivere
appieno questa particolare atmosfera. Verranno interpretati il “Monologo interiore di Molly Bloom” (1922, James Joyce da Ulysse)  e “Dall’infanticida Maria Farrar” (Bertlolt Brecht).
Perché la scelta di questi brani? Chi verrà a vedere la mostra vedrà nei colori dell’artista ciò che vuole e sotto ci metterà o penserà la musica che vuole, così anche nei monologhi metterà ciò che vuole. Molly Bloom è disordinata, capricciosa, richiama colori e odori, salta di palo in frasca, non segue alcun filo logico e sta benissimo in mezzo alle tele; la lettrice delle vicende di Maria Farrar esprime tenerezza ma assai contenuta, con grande pudore e lentezza si ammorbidisce e lascia che il pubblico senta, accusi, tocchi con mano ciò che gli pare. Confido molto -dice la Sturlesenella sensibilità dei presenti, faranno la metà del lavoro, potranno emozionarsi ed emozionarmi.
Susanna Sturlese: è un’attrice professionale spezzina;  tra le diverse esperienze citiamo le più recenti – maggio 2014, Milordina ne I Fantasmi, dramma, atto unico da I Giganti della montagna di L. Pirandello- da giugno 2014 a luglio 2018, varie parti femminili in teatro di parola calato in locali pubblici, brillante. Ruoli da protagonista e coprotagonista; “A volte ritornano” “Altre volte no” “L’omicidio vien mangiando” di e con Roberto Di Maio e Compagnia Teatro Corsaro – dicembre 2014, Gigante, atto III ne I Giganti della Montagna di L. Pirandello – stage gennaio/luglio 2015 con Alessandro Bergallo attore e autore Teatro della Tosse e Davide Notarantonio capocomico di Sgabei, cabarettista; teatro comico, improvvisazione, stand up comedy, scrittura sketch – febbraio/aprile 2016 Virginia Cacioppo (coprotagonista) ne Il saponificar m’è dolce”, dramma, atto I e II – luglio 2016, 2017, 2018, voce narrante di produzioni artistiche
nell’ambito del Concorso Letterario “Premio Letterario Città di Sarzana”, su incarico dell’Associazione Culturale Poeti Solo Poeti – agosto 2016, monologo, Il Branco, liberamente tratto da Lo Stupro di F. Rame e D. Fo – novembre 2016 Sarah Bernarhdt in “Tante donne in una”, testo drammaturgico di Delfina Ducci, regia di Fabrizia Fazi – ottobre 2017, parte femminile in booktrailer de “Il tramonto a oriente” regia di Daniele Ceccarini; contenuti espressivi, assenza voce – novembre 2017, parte femminile in dialogo a due voci “Mi chiamo Valentina e credo nell’amore” e lettura di un capitolo dal libro di autori vari “La giusta luce” sul tema della violenza di genere; Sala Dante Consiglio Comunale Straordinario – febbraio 2018, Ecuba ne Le Troiane, protagonista, atti I – II – III; rielaborazione su Cottafavi e traduzione Susanna Sturlese, regia Roberto Di Maio -maggio 2018, Olga Khochlova ne “Le Donne di Pablo”, opera drammaturgica in quadri su testi autografi delle attrici.
L’evento è totalmente gratuito ed aperto a tutti.
Advertisements