La Spezia, 2 luglio 2018 ATC, gruppi di opposizione: “Da Peracchini solo catastrofismo, l’azienda è un patrimonio della città”.

LA SPEZIA- “Come al solito quando non ha idee ed argomenti il Sindaco Peracchini invoca il buco in bilancio. L’ATC è un’azienda sana, patrimonio della città e va difesa.” Così Federica Pecunia, PD, Guido Melley, LeAli a Spezia, Paolo Manfredini, Partito Socialista e Massimo Lombardi, Spezia Bene Comune, che continuano: “Peracchini, da una parte fa catastrofismo, dall’altra mette a bilancio 300mila euro di tagli sul trasporto pubblico locale pensando che poi gli altri comuni della provincia ripianeranno lo stesso taglio con le loro quote parte, cosa che non è avvenuta. Il risultato: risorse mancanti che, unite ai tagli ulteriori ventilati dalla Provincia e dalla Regione, anche queste guidate dal centro destra, provocherebbero pesanti disservizi per gli utenti ed ulteriori disagi per i lavoratori. Forse sarebbe meglio utilizzare le risorse pubbliche del Comune con più oculatezza? Si spendono 180mila euro per le luminarie di Natale, per fare un esempio tra gli altri, e poi si taglia il trasporto pubblico, colpendo in primis le categorie più deboli come gli anziani. Invece di tagli ATC ha bisogno di investimenti in nuovi mezzi, manutenzione e sicurezza.”

Concludono i consiglieri comunali: “Manca una visione di insieme e di futuro: abbiamo un piano della mobilità vecchio di dieci anni e nel frattempo il mondo è cambiato. La popolazione è invecchiata ed i flussi turistici sono esplosi: il TPL deve fornire al contempo una risposta sociale ed una volta a soddisfare la logistica legata al turismo. Serve un nuovo piano che integri il trasporto pubblico con la mobilità urbana, quella ferroviaria e tutto il territorio provinciale, con massima attenzione alla sostenibilità ambientale. Serve individuare un percorso coerente per salvaguardare l’azienda, il servizio per gli utenti e l’occupazione, in accordo con le parti sociali e gli altri Comuni del territorio. Peracchini, invece che fare proclami, si batta in Regione per ottenere più risorse, e attivi da subito una discussione ed un confronto seri, a partire dal Consiglio Comunale, sul futuro degli assetti di ATC e del trasporto spezzino.”

Advertisements