“Il Suono del Tempo-Antichi Organi 2018”, concerto di Aaron Ribas.

LA SPEZIA- Venerdì 29 giugno, alle ore 21:15, presso la chiesa Santi Giovanni e Agostino della Spezia si terrà il prossimo appuntamento della rassegna musicale “Il Suono del Tempo – Antichi Organi 2018” con il concerto dell’organista spagnolo Aaron Ribas che eseguirà sull’organo Fratelli Serassi di Bergamo del 1823, un ricco programma dedicato alle musiche di Martin y Coll, Buxtehude, Bruna, Petrali, Padre Davide da Bergamo.

Aaron Ribas
È nato a Barcellona nel 1992. Ha iniziato a studiare organo con il padre per poi iscriversi al Conservatorio Municipale della Catalogna. Ha continuato i suoi studi superiori alla Escla Superior de Musica de Catalunya(ESMuC) e ata attualmente frequentando un master persso la Musikhochschule di Stoccarda sotto la direzione di Jürgen Essl. Ha seguito corsi con importanti organisti come Juan de la Rubia, Raúl Prieto, Michael Radulescu, Montserrat Torrent, constantin Volostnov e Ulrich Walther. Ha ricevuto numerosi premi e tiene regolarmente concerti in Spagna e Germannia. Sue esibizioni sono state trasmesse dalla Radio Nacional de España e dalla tedesca SWR4. Ha suonato come solista e ha collaborato con la Bilbao Symphony Orchestra (BOS).

L’organo
L’organo della chiesa dei SS. Giovanni e Agostino è collocato sopra l’ingresso in cantoria lignea con parapetto dipinto. Cassa lignea in stile neoclassico, addossata al muro. Prospetto ad unica campata, sormontato da lunette dipinte raffiguranti due angeli. 23 canne di facciata disposte a tre cuspidi con bocche allineate e labbri superiori a mitria. Canna centrale: Do 1 del Principale 8. L’organo è stato restaurato nell’ottobre 1893 da Pietro asinelli, con l’aggiunta di un mantice “a compensazione”. Un successivo intervento, restaurativo migliorativo, ad opera di Gaetano Cavalli di Lodi, è datato 1909.

“Il Suono del Tempo – Antichi Organi” è un progetto dell’Associazione Musicale César Franck finalizzato alla diffusione della cultura musicale e alla valorizzazione del patrimonio organario della provincia della Spezia e della Lunigiana, un territorio che vanta la presenza di oltre cento antichi organi e che storicamente rappresenta un importante crocevia tra l’arte organaria italica (toscana, lombarda, piemontese e ligure) e le influenze mitteleuropee (fiamminga, francese e svizzera-austriaca). “Il Suono del Tempo – Antichi Organi” è un progetto ambizioso che non avrebbe potuto vedere la luce senza la collaborazione di altri soggetti ed enti locali e che si avvale del contributo della Fondazione Carispezia nell’ambito del bando “Eventi Culturali” 2018.

“Il Suono del Tempo – Antichi Organi 2018” è organizzato in partnership con i comuni di La Spezia, Bonassola, Luni, Maissana, Pontremoli, Santo Stefano di Magra, Sesta Godano e tutte le chiese e parrocchie nelle quali si terranno i concerti.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero.

Advertisements