#BallottaggioSarzana, il PCI specifica: “Paolo Zanetti parla a titolo personale”.

SARZANA- II Partito Comunista Italiano, forza di maggioranza della lista Sinistra Sarzanese, specifica che il comunicato di Paolo Zanetti, in parte travisato e travisabile, in merito al previsto ballottaggio di domenica, esprime un legittimo pensiero personale ma non corrispondente a quello del PCI e dei suoi otto candidati in lista. Nelle assemblee tenutesi, infatti, oltre a non garantire l’apparentamento, non è stato accordato nessun appoggio esterno ed è emersa, oltre ad una chiara denuncia di quello che è stato il PD degli ultimi cinque anni, arrogante ed incapace, la volontà di rimanere una forza in netta contrapposizione con l’amministrazione uscente, senza scendere mai a compromessi con essa e non accettando posti di comodo, dimostrando ancora una volta la volontà di agire con coerenza per il bene di Sarzana. È evidente la forte preoccupazione per la pericolosità di vittoria di una destra becera, improvvisata e assolutamente incapace di governare che è lo specchio delle preoccupanti derive nazionali, emblema del serio problema sociale e culturale che ha colpito il nostro Paese e che per anni è stato sottovalutato. Se ciò dovesse accadere non saremo certo noi gli eventuali responsabili. Più di una volta, in maniera prima ufficiosa e poi ufficiale, abbiamo dimostrato responsabilità, rendendoci disponibili nel ragionare tutti assieme circa un candidato sindaco che potesse rappresentare una possibile lista più ampia che permettesse di arginare la destra ma l’arroganza e la fame di potere di qualcuno ha però, purtroppo, prevalso. L’invito a Minniti, che arriva dopo aver regalato negli anni spazi pubblici ad organizzazioni neofasciste ed aver partecipato al convegno su Biggini nel giorno in cui si commemorava Rudolf Jacobs è l’ulteriore dimostrazione di quanto sia purtroppo solo apparente la volontà di guardare a Sinistra.
Se poi, in futuro, dal Partito Democratico, verrà dimostrata una profonda volontà di autocritica sul proprio operato ed una chiara volontà di un vero cambio di passo, di contenuti e di atteggiamenti, il PCI non esclude possano nascere nuove possibilità di dialogo sempre nella ricerca delle soluzioni migliori per il bene di Sarzana e dei Sarzanesi. Per tutti questi motivi, dopo una profonda riflessione, il Partito Comunista Italiano darà indicazione di non votare la candidata Ponzanelli e quello che rappresenta lasciando liberi i suoi elettori nella certezza che, secondo le loro sensibilità ed i loro valori, sceglieranno al meglio se e come votare domenica 24 Giugno.
Partito Comunista Italiano
Sezione E. Berlinguer Sarzana
Advertisements