Giornata mondiale della Dante – 29 maggio 2018 a Sarzana.

SARZANA– Martedì 29 maggio alle ore 10,30, nella sala consiliare del Palazzo comunale di Piazza Matteotti sarà celebrata la Giornata Mondiale della Dante, che sbarca così per la prima volta in città, organizzata dal Comitato spezzino della Società Dante Alighieri con la collaborazione del Comune di Sarzana e di Sarzana Dantesca.

La manifestazione, che si svolge da oltre  100 anni in tutte le circa 500 sedi della Società Dante Alighieri sparse nei cinque continenti in concomitanza con il giorno (simbolico) della nascita del Poeta, vedrà la partecipazione straordinaria del Sindaco di Ravenna Michele de Pascale e del Presidente della Società Dantesca Italiana Prof. Marcello Ciccuto.

Il programma è suddiviso in due tempi.
Nel primo, dal titolo Quale cittadinanza onoraria per Dante Alighieri, il Sindaco Cavarra farà un importante annuncio in merito alle intenzioni dell’Amministrazione comunale di concedere la cittadinanza onoraria postuma al Sommo Poeta (accogliendo la proposta congiunta avanzata a suo tempo da Pietro Baldi della Società Dante Alighieri della Spezia e da Carlo Raggi, organizzatore di Sarzana Dantesca), mentre il Sindaco di Ravenna, dal canto suo, darà contenuto ad una proposta di “gemellaggio” delle due Amministrazioni comunali  foriera di importanti scambi e proposte culturali in vista delle celebrazioni centenarie del 2021. Alle dichiarazioni e saluti dei due Sindaci seguiranno gli interventi del Prof. Marcello Ciccuto, Presidente SDI e docente di Letteratura  italiana presso l’Università di Pisa, e di Pietro Baldi, Presidente del Comitato spezzino della SDA.
Nell’intervallo Massimo Pesucci leggerà l’intero canto VIII del Purgatorio in dialetto sarzanese con una importante messa in scena a sorpresa del tutto inedita.
Nella seconda parte, Il dispositivo della pace del 6 ottobre 1306, interverranno i Sindaci (Alberto Battilani e Paola Sisti) nei cui territori sono ricompresi i castelli oggetto delle trattative di pace condotte dal Sommo Poeta, rispettivamente il castello di Bolano e quello della Brina, quest’ultimo facente parte del Comune di Santo Stefano Magra. A seguire l’intervento di Carlo Raggi (Sarzana Dantesca) e del Prof. Paolo Pontari, docente di Letteratura latina presso l’Università di Pisa, che entrerà nei dettagli del dispositivo di Pace. Alla manifestazione parteciperà una  delegazione di studenti e docenti del Parentucelli-Arzelà di Sarzana e del Casini della Spezia, istituto quest’ultimo che curerà il servizio di accoglienza in entrata. Letture a cura di Chiara Serreli. Coordina: Pietro Baldi della SDA della Spezia.

A tutto il pubblico sarà rilasciato un diploma di partecipazione, a futura memoria di questo storico evento. Per info: Raggi 3474219558 oppure simoenta@gmail.com

Advertisements