Comune spezzino e scuole con ANED in visita ai campi di concentramento.

LA SPEZIA- Come ogni anno la sezione spezzina dell’ANED (Associazione Nazionale ex Deportati) ha organizzato un pellegrinaggio nei lager nazisti dove la maggior parte dei deportati della nostra città persero la vita. Insieme ai familiari di ex deportati, fra i quali l’attuale presidente Doriana Ferrato, ha partecipato al viaggio una nutrita rappresentanza di studenti del Liceo Scientifico “Pacinotti”, del Liceo Classico “Costa”, dell’Istituto “Cardarelli” della Spezia, dell’Istituto “Arzelà” e del Liceo “Parentucelli” di Sarzana,  accompagnati dai loro docenti, Giovanna Amodio, Maria Arcidiacono, Franco Bertini, Ilaria Casabianca.

Sono stati visitati il Lager di Mauthausen, il Memoriale dei tremendi sottocampi di Gusen e Melk in territorio austriaco, il ghetto di Terezin a Praga e il campo di concentramento di Gries a Bolzano e in ognuno di essi è stato reso onore alla memoria delle vittime. A Mauthausen, la delegazione spezzina ha partecipato alla cerimonia internazionale legata al 73esimo anniversario della liberazione del campo, alla presenza del Presidente del Consiglio Comunale Giulio Guerri, accompagnato dal gonfalone del Comune della Spezia  Medaglia d’oro al Merito Civile e Medaglia d’argento al Valore Militare e della funzionaria Roberta Bini.

Prima del corteo, che ha visto sfilare nell’Appelplatz le rappresentanze e le bandiere di decine di Nazioni di tutto il mondo, è stato reso omaggio al monumento ai caduti italiani. Qui il Presidente Guerri ha portato il saluto del Consiglio Comunale ed ha sottolineato le ragioni che rendono inderogabile la necessità di custodire e promuovere la memoria storica dei crimini nazifascisti, nel rispetto, nel dolore e nella gratitudine per tutti coloro che hanno pagato con il sacrificio della vita il cammino della storia verso i traguardi di libertà e democrazia, conquiste che ogni generazione ha il compito di difendere e rinnovare ogni giorno.

Advertisements