Spezia, le palle… girano! Parma festeggia la A in casa nostra.

LA SPEZIA- Finita proprio bene no, ma ormai si sapeva e nonostante nessuno lo volesse auspicare, il Parma vince al “Picco” e sale clamorosamente in serie A, grazie al pareggio interno del Frosinone. Aquilotti che chiudono piuttosto indifferenti tra l’altrettanto indifferenza della tifoseria mai contenta che da queste latitudini, quelle di casa nostra, giocare sette campionati di serie B consecutivi non è proprio tradizionale. Eppure ci si lamenta a prescindere ma un po’ potrebbe anche andar bene, ma poi come tutte le cose, il troppo stufa e anche tanto, passando dalla ragione al torto. Aquilotti che in svantaggio potrebbero rimettere il risultato in parità se dal dischetto il Gila non calciasse un rigore alto, forse contro il suo passato da ex parmense. Ma va bene lo stesso così, i ragazzi di mister Gallo del resto cosa si stavano giocando? Il vizio poi è sempre il solito, la troppo sterilità sottoporta vista anche questa sera, nonostante soprattutto nel primo tempo lo Spezia giochi e anche meglio degli emiliani. Alla lunga poi ecco le motivazioni superiori dei ducali e così mister D’Aversa e i suoi ragazzi, possono festeggiare con gli oltre 2000 tifosi provenienti dall’Emilia.

Adesso per lo Spezia sarà tempo di bilancio: in tutti i sensi, tecnici ed economici ma per favore che la tifoseria sia obiettiva e possa accontentarsi per quanto raggiunto: sempre traguardi che la storia indica come rari nella nostra città, poi errare è umano, perseverare è…

(Cristiano Sturlese)

Advertisements