Ol’Savannah da Bacchus.

LA SPEZIA- Martedì 15 maggio alle ore 21,30 l’osteria Bacchus è lieta di ospitare una pregevole formazione musicale proveniente direttamente dal Canada, gli Ol’Savannah.
Bartleby J Budde (banjo/bazouki/voce); Mike Gavrailoff (bass); Speedy Johnson (chitarra/harmonica/voce); Ram Krishnan (batteria/mandolino/voce); Kevin Labchuk (accordion/harmonium/voce).
Bartleby J. Budde e Speedy Johnson fondarono gli Ol’Savannah nell‘inverno del 2008.
Il duo comincia a suonare brani acustici Piedmontesi su piccoli palchi, per poi affacciarsi su di uno stile di blues influenzato prima dal Mississippi John Hurt e Fred McDowell.
Attualmente i membri sono 5 con tre albums e due 2 EPs, nel corso degli anni hanno cambiato il loro più quieto sound del Piedmont per le più turbolenti maree del Delta e le acque sconvolgenti delle montagne Appalachiane. Il loro sound è simile ad un mix di Tom Waits, Roscoe Holcomb, Muddy Waters, e The  Pogues. Un folk divertente che fa ballare, ma che sa anche toccare momenti di profondità e riflessione.
Uno spettacolo che riesce a coinvolgere e sconvolgere i suo spettatori, facendoli ballare scatenati e soprendendoli
con effetti scenici di costumi ed empatici. Le loro canzoni più forti sono quelle che iniziano lentamente
e improvvisamente esplodono in una furia di stomping e di riff di banjo. A settembre uscirà il loro nuovo album che verrà presentato in Europa in occasione del loro prossimo tour.

 

Advertisements