Morte di Zekic Dragan, cordoglio e sciopero. Domani presidio sotto la Prefettura.

LA SPEZIA- Zekic Dragan, operaio croato di 56 anni, è morto ieri in un incidente sul lavoro in un cantiere del Muggiano, nella nostra città. I sindacati hanno proclamato, per la giornata di mercoledì 16, uno sciopero di 8 ore e un presidio sotto la Prefettura dalle 10 alle 12. Dal primo gennaio 2018 sono 259 i morti sul lavoro in Italia secondo il report dell’Osservatorio indipendente di Bologna, che aggiorna quotidianamente sul suo blog il drammatico susseguirsi di incidenti; 3 nella nostra provincia negli ultimi mesi.

Molti gli interventi di cordoglio.

«Sulla sicurezza bisogna investire e fare prevenzione – dichiara il consigliere regionale Gianni Pastorino, che sarà presente domani mattina al presidio in Piazza Europa a La Spezia – I dati sulle morti bianche sono allarmanti ed è compito delle istituzioni intervenire affinché mai più non resti solo uno slogan. Bisogna rafforzare i controlli e inasprire le sanzioni, perché non si lucra sulla sicurezza delle persone ». «La Costituzione recita che l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, ed è compito delle istituzioni garantire che questo lavoro venga svolto in sicurezza. Le morti bianche sono inaccettabili ».

Chi di dovere accerterà le cause di questa tragedia e le eventuali responsabilità ma, ciò che è certo, è che questa persona non farà più ritorno dai suoi cari e che cose di questo genere non dovrebbero succedere, mentre purtroppo continuano a verificarsi troppo spesso”, ha affermato il presidente dell’ AdSP, Carla Roncallo.

Anche il PCI interviene, ponendo l’accento sulla mancanza di un piano nazionale di sicurezza sul lavoro e, in generale, su un mondo del lavoro basato su incertezza, precariato, paura di restare disoccupati e ritmi sempre più veloci e flessibili. “Visto l’articolo uno della Costituzione che recita che l’Italia è una Repubblica Democratica fondata su Lavoro, i caduti sul lavoro meritano il funerale di Stato” concludono Matteo Bellegoni, Pierluigi Sommovigo e Cristiano Ruggia.

Interviene anche la Regione Liguria. Regione Liguria esprime cordoglio per la vittima dell’incidente sul lavoro avvenuto questo pomeriggio alla Spezia. Nell’attesa che le autorità concludano gli accertamenti sulle dinamiche dell’accaduto, la Giunta si stringe ai famigliari e colleghi dell’operaio deceduto. Il dramma delle morti bianche deve spingere tutte le istituzioni a collaborare per difendere il diritto a lavorare in piena sicurezza.

 

Advertisements