Legambiente: “Andrea Costa chiede consenso attraverso la raccolta firme”.

LA SPEZIA- Il direttivo regionale di Legambiente, riunito il giorno a Genova il 12 maggio, in merito all’iniziativa annunciata dal Consigliere Regionale Andrea Costa di promuovere una raccolta di firme per l’abolizione del Parco di Montemarcello-Magra-Vara ritiene quando segue:
Evidentemente la proposta di abrogazione del Consigliere non ha raccolto grandi consensi nemmeno nella sua maggioranza e per questo si trova costretto a una manovra di tipo inusuale, per un Consigliere Regionale, come la raccolta firme.
Al contrario di quanto da Lui sostenuto bisogna invece rilanciare il Parco, strumento di tutela fondamentale per un ecosistema pregiato e delicato, oltre che elemento attrattive di finanziamenti Europei imprescindibili fattori di sviluppo eco sostenibile.
Inoltre il Parco è l’unica via d’uscita coerente alla questione Marinella inserendo il territorio della tenuta nel perimetro del Parco stesso. Rilanciamo anche la necessità di ampliare il Parco ai Comuni che hanno chiesto di entrare: Castelnuovo Magra, Luni, Pignone, Riccò del Golfo.
Legambiente Liguria
Advertisements