La Sfida di Codeglia – Il lavoro di Mangia Trekking a favore del borgo.

Si tratta dell’albergo paese colorato, sicuramente uno dei luoghi della Val di Vara maggiormente legati alla storia povera delle Cinque Terre. In un passato fatto di agricoltura, allevamenti di animali e produzione di caciotte. Codeglia, al confine con  Riomaggiore e Manarola, lungo un’antica via del sale. Un borgo che ha accettato la sfida di combattere lo spopolamento del territorio divenendo una eccellente meta turistica outdoor, per gli appassionati della natura e dell’alpinismo lento. Situato lungo un percorso, dove l’abbandono della cura del bosco di castagno, va oggi presentando periodiche ferite. Così l’associazione Mangia Trekking, che collabora con il Comune di Riccò del Golfo e con il Parco Nazionale delle Cinque Terre, per manutenere e valorizzare la rete sentieristica di collegamento tra i due territori, anche in questi giorni è intervenuta, con un lavoro davvero importante, riattivando la piena transitabilità dell’intera via.  In particolare è stato ripristinato il percorso escursionistico in un fronte ostruito da una frana, e da molti alberi, anche di grandi dimensioni, caduti in più punti, al traverso della via sentieristica. L’associazione  Mangia Trekking auspica che il proprio impegno a tutto campo, contribuisca fattivamente a far decollare quel progetto che vuol vedere Codeglia tornare ad animarsi e rappresentare una bella risorsa del territorio.

Advertisements