ASL 5, alternanza scuola-lavoro.

LA SPEZIA- Avvicinare i giovani al mondo del lavoro, collegando le istituzioni scolastiche all’Azienda Sanitaria per favorire l’uso consapevole dei Servizi sanitari e orientare le scelte future degli studenti: è l’obiettivo del Progetto formativo di Alternanza Scuola-Lavoro realizzato dall’ Asl5 “Spezzino”,  riservato agli studenti delle classi quarte del Liceo Classico “Costa” e del Liceo Scientifico “Pacinotti” della Spezia,  e dell’Istituto di Istruzione Superiore “Parentucelli-Arzelà” di Sarzana, che ieri pomeriggio ha preso il via al Polo Didattico Universitario.

Il percorso formativo coinvolge un gruppo di 30 allievi, e prevede una prima parte teorica articolata su quattro lezioni formative durante le quali gli studenti, grazie ai professionisti di Asl5, approfondiranno numerose tematiche sanitarie.

Temi della prima giornata sono state la mission  e la vision dell’Azienda Sanitaria, con gli studenti che hanno incontrato la Direzione Strategica Aziendale; nelle giornate successive gli studenti saranno coinvolti e sensibilizzati dai professionisti di Asl5 su temi quali i servizi di emergenza, la prevenzione delle infezioni, la donazione di sangue e le missioni umanitarie.

A conclusione del progetto formativo, gli alunni delle classi quarte saranno coinvolti in una giornata “sul campo”, denominata “Uno studente un medico”: ogni allievo visiterà un reparto, affiancato dai Direttori delle Strutture degli ospedali Sant’Andrea della Spezia e San Bartolomeo di Sarzana; una modalità, questa, che permetterà ai giovani di osservare da vicino l’attività medico-sanitaria grazie all’incontro diretto con i medici e gli infermieri, ma anche di orientare le proprie scelte future in modo consapevole.

Per le classi terze dei medesimi Licei è in atto un analogo progetto formativo, intitolato “Quo vado” e finalizzato all’educazione e alla promozione della salute tra pari – attraverso processi formativi ‘peer-to-peer’ – con il coinvolgimento dei professionisti dei Dipartimenti dell’Asl5 “Spezzino”.

Il progetto è articolato in una prima parte formativa (realizzata a marzo), volta ad approfondire le principali tematiche che possono coinvolgere gli adolescenti. Gli argomenti affrontati  sono stati orientati allo sviluppo della consapevolezza nei giovani sui rischi correlati all’abuso di droghe ed alcol, sul rischio di malattie sessualmente trasmissibili  e sulle abitudini alimentari scorrette.

La seconda parte applicativa è programmata nel mese di giugno: gli studenti delle classi terze  svolgeranno un tirocinio presso il Dipartimento di Prevenzione, affiancati dai professionisti, con l’obiettivo di osservare in prima persona le attività sanitarie svolte. Nella giornata conclusiva presso il Polo, gli studenti presenteranno ai loro compagni e ai loro famigliari un project work sull’esperienza maturata.

Dal 2015 l’Asl5 “Spezzino” è impegnata nella realizzazione di percorsi di orientamento e formazione riservati agli studenti. In quattro anni, sono stati circa 250 gli allievi che hanno partecipato ai progetti di Alternanza Scuola-Lavoro organizzati dall’Azienda sanitaria.

Advertisements