Ritorna balneabile la spiaggetta del Monumento alle Grazie.

PORTO VENERE-  Ritorna balneabile, dopo molti anni, la spiaggetta del Monumento a Porto Venere, nella frazione delle Grazie. La balneabilità della spiaggetta, raggiunta quest’anno, si va ad aggiungere a quella della rotonda della chiesa degli Olivetani, sempre alle Grazie, ottenuta nel 2016, confermando così il grande lavoro compiuto da Regione Liguria, attraverso l’Agenzia ARPAL su un’area tradizionalmente considerata all’interno del Porto della Spezia. La cerimonia, per dare avvio alla stagione balneare e confermare i dati positivi di Arpal, si è svolta questo pomeriggio alla presenza del Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, dell’assessore regionale all’Ambiente Giacomo Giampedrone, del sindaco di Portovenere Matteo Cozzani e del Comandante della Capitaneria di Porto Massimo Seno.

Oggi grazie alla collaborazione tra Regione Liguria, Comune di Portovenere, Arpal, Capitaneria di Porto questa spiaggia torna ad essere utilizzabile e balneabile – ha spiegato il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti –  erano molti anni che questo non accadeva. Dopo molto lavoro questa spiaggia potrà essere frequentata da cittadini e turisti, grazie allo sforzo di tanti che ha consentito di riappropriarci di un territorio  bellissimo e della sua piscina naturale”. “I campionamenti svolti da ARPAl confermano da tempo che la qualità delle acque è buona e, pertanto, il mare in quel punto è balneabile – spiega l’assessore all’Ambiente di Regione Liguria Giacomo GiampedroneUn risultato molto positivo, sia per il recupero di una delle funzione pubbliche molto attese dalla cittadinanza, sia per la sua enorme valenza turistica, in grado di attrarre nuovi utenti in un’area, quella di Portovenere, unica in Liguria dichiarata Patrimonio dell’Unesco”.

Ammontano a 373 i punti di controllo per la balneazione in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana, monitorati da ARPAL, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale.
Una volta al mese, da aprile a settembre, l’Agenzia verifica l’idoneità dei singoli tratti con quasi 2.500 analisi effettuate nel corso dell’estate. I controlli permettono ai sindaci di emanare le eventuali ordinanze con i divieti di balneazione. Alla Spezia sono 81 i punti controllati che risultano, in questo momento, tutti conformi. La classificazione di un determinato tratto di costa (eccellente, buono, sufficiente e scarso) si basa sulle analisi degli ultimi 4 anni e resta invariata per tutta la stagione balneare.
In Liguria 354 punti risultano eccellenti e 0 scarsi a testimonianza della buona qualità delle acque.
Alla Spezia 79 sono eccellenti, 1 buono (Fossola a Riomaggiore) 1 in attesa di classificazione (Le Grazie, arenile Piazza del Monumento), ma solo perché manca un numero minimo di dati. 

Advertisements