CGIL, CISL e UIL: un Primo Maggio per la sicurezza sul lavoro

LA SPEZIA- Tema della tradizionale Festa dei Lavoratori sarà, quest’anno, la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro con lo slogan “Sicurezza: il cuore del lavoro”. Alla Spezia, come ogni anno, le celebrazioni del Primo Maggio saranno unitarie e precedute da quelle per il 25 Aprile. Questa mattina, nella sala Di Vittorio della Camera del Lavoro della Spezia, i tre segretari di CGIL, CISL e UIL, Lara Ghiglione, Antonio Carro e Nadia Maggiani hanno presentato il calendario degli appuntamenti tra 25 Aprile e Primo Maggio.

Martedì Primo Maggio si terrà il tradizionale corteo, con partenza da Piazza Brin alle ore 10 e finale al Palco della Musica dove, per CGIL, CISL e UIL, parleranno Lara Ghiglione, Segretario della Camera del Lavoro spezzina e Vincenzo Colla, segreteria nazionale CGIL.

Martedì 24 Aprile, dalle ore 20:30, ci sarà la Fiaccolata Antifascista con partenza dalla Stazione di Migliarina e arrivo alla Maggiolina, dove parlerà Nadia Maggiani, Segretario Provinciale UIL, in nome di tutti i sindacati.
Mercoledì 25 Aprile, alle ore 10:00, è prevista la deposizione della corona al Monumento della Resistenza ai Giardini pubblici.

Il sindacato confederale sta tornando protagonista della vita politica del Paese e del territorio- ha detto Lara Ghiglione, segretario della Camera del Lavoro- abbiamo firmato importanti contratti nazionali dopo anni di immobilismo; anche sul territorio vertenze come quella di Coopservice ci dicono che quando il sindacato è unito e riesce a dare risposte ai lavoratori i risultati arrivano. Da parte nostra, è in corso uno sforzo di rinnovamento per dare più voce e migliore rappresentanza anche ai giovani e ai settori più difficili da rappresentare perché più precari e frammentati, vedi mondo degli appalti.”

Per Antonio Carro, Segretario provinciale CISL “La sicurezza e la salute sul lavoro sono priorità assolute per i sindacati confederali. Dobbiamo promuovere la cultura della sicurezza attraverso la formazione e il rispetto delle normative, ma anche con il lavoro stabile e di qualità. Spesso i rischi sul lavoro si annidano nelle situazioni di precarietà e instabilità. La sicurezza sul lavoro si costruisce anche attraverso la dignità del lavoro.”

Fondamentale è anche la difesa dei valori della Costituzione e della Resistenza– ha sottolineato Nadia Maggiani, Segretario provinciale UIL- dobbiamo preservare e diffondere la memoria a partire dai giovani e dalle scuole. Questo Paese ha bisogno di nuova coesione sociale, e c’è bisogno che tutti gli attori economici, politici, sindacali e istituzionali del territorio facciano squadra per creare le condizioni di nuovo sviluppo e lavoro.”

Advertisements