Familiarizzare con la montagna grazie a Mangia Trekking.

Proseguono sulle montagne dell’Appennino Tosco Emiliano e delle Alpi Apuane , le proposte dell’associazione Mangia Trekking ( ciaspolatrekking, preparazione di ripari notturni, manovre di sicurezza con le diverse attrezzature e giochi ) per familiarizzare con l’ambiente nevoso. Tante persone, anche giovani, ancora riferiscono di avere qualche titubanza verso il freddo ed a frequentare la montagna in veste invernale. Molti ancora riconducono  gli ambienti bianchi soltanto alle piste da sci. Così l’associazione dell’alpinismo lento, impegnata a promuovere la più larga frequentazione della montagna, in ogni periodo dell’anno, nei suoi molteplici aspetti, sportivi, culturali, storici e collegati alla tradizione dei prodotti tipici dell’antica cucina, continua nelle sue attività di familiarizzazione ed addestramento all’ambiente montano. Desidera trasmettere il messaggio, che sempre, anche sulla neve, e fuori pista è possibile imparare, divertirsi e star bene. Infatti anche in questo periodo primaverile, con il contributo del suo Alpino e Guida di Montagna, Gabriele Morini, alcuni appassionati dell’alpinismo lento continuano a  ritrovarsi in montagna per imparare cose sicuramente interessanti e utili (anche nella vita di ogni giorno), divertirsi e soprattutto per continuare quell’importante  processo di avvicinamento all’ambiente che consente di vivere la montagna come risorsa e terapia per vivere bene. L’associazione comunque mentre raccomanda di non improvvisarsi esperti e far sempre riferimento all’esperienza, evidenzia che con il giusto abbigliamento, il rispetto di norme fondamentali, la conoscenza e la confidenza con l’ambiente nevoso  “il gioco è fatto”, la montagna anche d’inverno, potrà dare soddisfazione e piacere a tutti.

 

 

Advertisements